in

Natale, come riciclare con intelligenza un regalo evitando brutte figure

«Sempre riceverai un regalo brutto che poi riciclerai. Sempre riceverai quel regalo brutto che non vorresti mai», dice la canzone “Il regalo che vuoi” di Marco “BAZ” Bazzoni, il cui intero ricavato sarà devoluto a “Save the Children”. Ma come si fa a riciclare un regalo di Natale con intelligenza evitando figuracce? A chi non è capitato di dover rifilare un dono sgradito ricevuto da altri? Quando si ha intenzione di riciclare un presente, la cosa più importante è tenere in considerazione la personalità e le preferenze del destinatario. Poi…

leggi anche l’articolo —> Auguri di Buon Natale: ecco alcune frasi da inviare a parenti e amici

riciclare regalo

Natale 2020, come riciclare con intelligenza un regalo evitando brutte figure

«Quello che conta è il pensiero…», una sacrosanta verità, ma è altrettanto onesto dire che può capitare di ricevere un regalo non proprio carino. Un dono inutile da tenere nell’armadio che può essere tranquillamente riciclato, stando attenti ad una serie di accorgimenti. Innanzitutto quando si riceve un regalo che non piace o un doppione, la prima cosa da fare è metterlo in un cassetto o in un luogo non soggetto ad umidità e polvere. In questo modo si avranno sott’occhio tutti gli oggetti da poter riciclare all’occorrenza. Un piccolo suggerimento potrebbe essere quello di stilare una lista. Non usare gli oggetti prima di riciclarli neppure una volta: devono essere nuovi e perfettamente intatti. Sarebbe davvero sconveniente se il destinatario si rendesse conto del riciclo. Esaminate bene in tutte le loro parti il regalo: controllate che la confezione sia ben sigillata. Assicuratevi che non ci siano bigliettini augurali o messaggi personalizzati, che siano stati scritti o incisi. Controllate sempre, per evitare di riciclare, ad esempio, un libro con la dedica o un portafoglio con una foto in un taschino. Occhio anche ai regali aziendali: per riciclare dovete avere la certezza che non siano presenti loghi o altre scritte riconducibili al mittente.

natale 2020 riciclare regalo

L’ultima spiaggia: provare a rivenderlo

Attenzione alla scritte o diciture: «Vietata la vendita», «Non vendibile separatamente», «Dono omaggio». Da controllare sempre le date di scadenza di prodotti deperibili, come alimenti e cosmetici. In questo caso andrebbero riciclati il prima possibile. Se il regalo è particolarmente banale, come il solito bagnoschiuma o la candela al profumo di agrumi, si può pensare di personalizzarlo in qualche modo. Il consiglio infine è di non riciclare i regali proprio brutti: se proprio proprio volete disfarvene potete provare con Ebay o con dei mercatini. Leggi anche l’articolo —> Pranzo di Natale, le regole anti Covid: l’errore comune che potrebbe costar caro

 

Malika Ayane

Chi è Malika Ayane, vita privata e carriera: tutto sulla cantante italiana

Lorella Cuccarini

Lorella Cuccarini, svelato il vero motivo dell’addio a “La vita in diretta”