in

“Non è l’Arena”, scontro in tv tra Sileri e Paragone sui vaccini: «Lo sai? Allora non parlare»

Sono volate parole grosse a “Non è l’Arena” su La7. Ospiti Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute e Gianluigi Paragone, ex senatore del M5s, che hanno discusso aspramente sul tema dei vaccini e i ritardi del governo precedente. «Allora non parlare. Servono gli attributi. Serve che l’Aifa dica: non preferibilmente, potenzialmente, niente condizionali: il vaccino funziona funziona con gli over 65? Bene, si fa», ha detto il tecnico di area grillina.

leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 20.765 nuovi casi e 207 morti, gli attuali positivi sono quasi 500mila

non è l'arena

“Non è l’Arena”, scontro in tv tra Sileri e Paragone sui vaccini: «Lo sai? Allora non parlare»

«Dove siete stati nell’ultimo anno?», ha chiesto Gianluigi Paragone, ex senatore del MoVimento  oggi leader di Italexit. «Le dosi sono rimaste in frigo perché non si sapeva quante ne sarebbero arrivate il mese successivo». Il politico durante l’ospitata non ha fatto altro che bisbigliare: «Voi siete incapaci…». Dichiarazioni che Sileri ha sentito: «Se io devo dare una dose e la seconda 21 giorni dopo, io rispetto il protocollo e lascio delle dosi in frigo per garantire la seconda dose, altrimenti ho fatto un danno», ha replicato alquanto infastidito. «Ma voi avete fatto un danno comunque, Sileri. Noi siamo ancora qua a parlare di regioni rosse, arancione rinforzato, di attività commerciali al collasso e posti di lavoro che saltano…», ha detto Paragone, interrompendo il sottosegretario alla Salute. Uno sfogo che ha fatto scatenare Sileri: «Tu sai quanti sono i soggetti sopra gli 80 anni vaccinati a oggi?». «No e non mi interessa», ha risposto Paragone. Leggi anche l’articolo —> Chiusura nazionale per accelerare le vaccinazioni: le ipotesi

non è l'arena

«Ma dove ci volete portare», botta e risposta in diretta tv

«Ti ho fatto una domanda, mi hai dato dell’incapace e allora non parlare!», ha detto con la voce alzata Sileri. «Non riesco a parlare. Un milione e 400mila anziani sono stati vaccinati, poco meno del 25%», ha spiegato. Paragone ha continuato ad inveire: i toni si sono fatti aspri. Conclusione? «Allora aprite tutto! Non rompeteci più le scatole con le zone arancioni e le mamme e i papà che si ritrovano a sapere il giorno prima delle scuole chiuse o aperte. Ma dove ci volete portare?», ha dichiarato il leader di Italexit. Leggi anche l’articolo —> Covid, ok a vaccino Astrazeneca per over 65: domani la circolare di Speranza

 

decreto sostegno draghi

Decreto Sostegno Draghi, cosa prevede la bozza: bonus e aiuti a famiglie e imprese

striscia la notizia stasera

‘Striscia la Notizia’, Gerry Scotti torna con Francesca Manzini: “Su di me ha un effetto benefico”