in

Palermo, arrestata infermiera per finte vaccinazioni: coinvolti due no vax

La Digos di Palermo ha arrestato una infermiera dell’hub vaccinale Fiera del Mediterraneo per falso ideologico e peculato. Secondo quanto riferito da «TgCom24», durante un turno di servizio, la donna avrebbe simulato di aver somministrare il vaccino anti-covid a due coniugi No vax.

leggi anche l’articolo —> Covid oggi 1.679 in terapia intensiva (+11), 186.253 nuovi casi e 360 morti

Palermo infermiera arrestata

Palermo, arrestata infermiera per finte vaccinazioni: coinvolti due no vax

Fermata un’infermiera dell’hub vaccinale Fiera del Mediterraneo per falso ideologico e peculato. La donna, che ora si trova ai domiciliari, si chiama Giorgia Camarda, ha 58 anni e lavora come infermiera anche nel Reparto malattie infettive dell’ospedale Civico di Palermo. Gli investigatori avrebbe appurato che, oltre a fingere di vaccinare la coppia No vax, ora pure indagata per concorso in falso e peculato, avrebbe finto di aver ricevuto la dose booster del vaccino grazie alla complicità della collega fermata a dicembre, Anna Maria Lo Brano. Proprio quest’ultima, in cambio di denaro, avrebbe simulato di inoculare il siero a ben 11 persone. Tra queste un noto leader del movimento No vax che ora si trova in carcere. Il sistema impiegato da Giorgia Camarda, secondo quanto appurato dalle forze dell’ordine, era lo stesso della collega fermata qualche mese fa. In sostanza la donna si prodigava a versare la dose vaccinale in un quadrato di garza, per poi fingere di fare un’iniezione. Leggi anche l’articolo —> Falsi vaccini, fermati a Palermo un’infermiera e leader No Vax

palermo infermiera

Seguici sul nostro canale Telegram

Consigli degli esperti: la manutenzione e la pulizia di un montascale

omicron picco Italia

Omicron picco in Italia ecco quando, Sebastiani: “Sulle scuole errore madornale del governo”