in

Paola Ferrari: carriera, vita privata e malattia della giornalista sportiva

Paola Ferrari è una delle giornaliste sportive più conosciute e amate d’Italia. Regina dei telegiornali sportivi, ha condotto, tra gli altri programmi, anche La Domenica Sportiva, 90° Minuto e Dribbling Mondiale. Ha intrapreso anche una carriera politica e imprenditoriale. Scopriamo di più su paola Ferrari.

paola ferrari

Paola Ferrari biografia e carriera

All’anagrafe Paola Francesca Ferrari, la giornalista è nata a Milano il 6 ottobre 1960 sotto il segno della bilancia. Ha quindi 60 anni, è alta 1 metro e 70 e pesa circa 65 kg. Fa il suo esordio nel mondo dello spettacolo come modella nei fotoromanzi nella rivista Grand Hotel. Diventa co-conduttrice di Dribbling nel 1988 insieme a Gianni Cerqueti e, dal 1996 al 1999, conduce La Domenica Sportiva.  Nel 1997 diventa centralinista nel celebre programma di Enzo Tortora Portobello. Appassionata di sport, e in particolare di calcio, e arriva a condurre una trasmissione sportiva sulla rete locale lombarda Telenova e scrive di calcio sulla rivista per ragazzi “Intrepido”. Nel 1998 realizza alcuni servizi per il programma La Domenica Sportiva della Rai, dove viene assunta nel 1992, iniziando una lunga carriera di successo.

Nel 1999 passa al TG2 nella rubrica Costume e Società, per poi approdare all’edizione delle 13 del TG2 come conduttrice. Nella stagione 2002-2003 conduce la trasmissione sulla Formula 1, Pole Position. Nel 2003 diventa la prima donna a condurre il programma 90° minuto. Nel 2005-2006 conduce nuovamente La Domenica Sportiva con Marco Mazzocchi, ed è il volto della trasmissione Dribbling Mondiale in occasione dei campionati mondiali di calcio 2006.

Nel 2015 torna a condurre 90° minuto, per poi arrivare a condurre, nel 2018, gli appuntamenti pre e post-partita delle partite di calcio su Rai 1. Da Settembre 2020 Paola Ferrari torna alla conduzione di 90° Minuto, affiancata da un altro giornalista sportivo, Enrico Varriale, e all’ex giocatore della Juventus Claudio Marchisio. Ha ricevuto importanti riconoscimenti per il suo lavoro nel mondo dello sport, come il premio Brera per giornalisti sportivi, il premio Ussi-Coni e il premio Beppe Viola.

La carriera nello spettacolo

Paola Ferrari ha partecipato nel 2005, come concorrente, al programma di Milly Carlucci, Ballando con le Stelle, nella quale è tornata anche l’anno successivo come giurata per la categoria bambini. Inoltre, nel 2018 è stata protagonista del programma “Le spose di Costantino” fingendosi la moglie di Costantino della Gherardesca per scoprire le tradizioni del Ghana in “viaggio di nozze”.

La politica e gli affari

Nel 2008 prova a darsi alla politica, candidandosi alla Camera dei Deputati per la circoscrizione Lazio, con Francesco Storace e Daniela Santanchè. Con Daniela Santanché ha condiviso anche la società Visibilia Pubblicità, attiva nell’editoria.

La vita privata

Paola Ferrari è sposata con il manager Marco De Benedetti, figlio di Carlo De Benedetti e presidente del gruppo GEDI, editore di numerosi quotidiani tra i quali La Repubblica, La Stampa e Il Secolo XIX. A far conoscere Paola Ferrari e Marco De Benedetti fu Alba Parietti quando Paola aveva 36 anni. All’inizio, Paola riteneva Marco un figlio di papà: successivamente però nacque l’amore e i due si sposarono nel 1997. Insieme hanno due figli, Alessandro e Virginia.

ARTICOLO | Paola Ferrari come Sharon Stone in”Basic Instinct”: il video

paola ferrari

Paola Ferrari malattia

Nel 2014 Paola Ferrari ha subito un intervento chirurgico per l’asportazione di un carcinoma al viso, questo risponde ad una delle domande che più gira su Twitter in questi giorni. In quell’anno, a parlare della lotta contro il carcinoma, fu proprio Paola Ferrari che sul settimanale “Gente”, raccontò i dettagli della malattia. “La cicatrice la porterò con orgoglio per tutte le donne che lottano contro patologie ancora più gravi. Ho avuto paura. Ho pianto molto. Cercavo di darmi coraggio ma non è semplice. Ma anche quando mi assaliva lo sconforto ho sempre pensato di essere comunque fortunata. Perché spero che quello che mi è successo possa essere di aiuto a chi, come me, si trova all’improvviso in un tunnel buio”. >> Tutte le notizie di gossip 

ddl zan testo modificato

Ddl Zan, l’asse M5s-PD non molla ma c’è rischio ostruzionismo: al Senato il 13 luglio

Eutanasia legale: il nuovo testo è stato approvato alla Camera