in

Vaccino Covid, quella di Papa Francesco è una professione di fede verso la scienza

Dell’intervista di ieri a Papa Francesco su Canale 5, incluso il record di ascolti per la più grande rete tv privata, ricorderemo soprattutto un passaggio. Sì, è quello sui vaccini. E’ stato senza dubbio difficile per il Santo Padre uscire dagli schemi di un’intervista tanto banale, ma Bergoglio, da grande comunicatore quale è, ci è riuscito più volte. Ma mentre la risposta sulla “vicinanza”, sul “lasciare da parte l’Io per il Noi”, dopo l’enciclica “Fratelli Tutti” era più che attesa, molto meno lo era l’autentica testimonianza di fede del Papa per la scienza.

La risposta di Papa Francesco alla domanda sul vaccino anti Covid è una piccola rivoluzione. Vale la pena rileggerla per capire perché

“Se te lo presentano i medici come una cosa che può andare bene, che non ha dei pericoli speciali, perché non prenderlo?”

La notizia è tutta qui. Si può e si deve avere fede nella scienza, almeno quanto si ha fede in Dio. Perché, ha spiegato più avanti il Pontefice, abbiamo ricominciato sì a pregare di più durante la pandemia. Ma la fede cos’è? A chi arriva “l’aiuto” e l’incoraggiamento di Dio? A chi sa accogliere. A chi ha sì il cuore aperto, ma anche la mente. E per capire che la vaccinazione è un bene per tutti noi ci servono cuore e cervello in sintonia.

“Quando ero bambino – ha raccontato Papa Francesco ai microfoni di Canale 5 – ricordo che c’è stata la crisi della poliomielite e tanti bambini sono poi rimasti paralitici per questo, e c’era la disperazione per fare il vaccino. Quando è uscito il vaccino te lo davano con lo zucchero e c’erano tante mamme disperate… Poi noi siamo cresciuti all’ombra dei vaccini, per il morbillo, per quello, per quell’altro, vaccini che ci davano da bambini… Non so perché qualcuno dica: ‘No, il vaccino è pericoloso’, ma se te lo presentano i medici come una cosa che può andare bene, che non ha dei pericoli speciali, perché non prenderlo?
C’è un negazionismo suicida che io non saprei spiegare, ma oggi si deve prendere il vaccino. La settimana prossima inizieremo a farlo qui in Vaticano e io mi sono prenotato, si deve fare”.

Antonella Clerici

Antonella Clerici, confessione clamorosa: «È stata l’unica volta che ho fatto le corna»

Penso che un sogno così Beppe Fiorello

Beppe Fiorello torna in Tv con “Penso che un sogno così”: «Con mio fratello ci sarà un momento molto intimo»