in

Pechino 2022, discesa libera femminile da sogno: Goggia argento e Delago bronzo

Pechino 2022, discesa libera femminile sulla pista di Yanqing da sogno. Secondo posto per Sofia Goggia, 23 giorni dopo l’infortunio di Cortina, e terzo per Nadia Delago, all’esordio olimpico. L’Italia è riuscita così nell’impresa di portarsi a casa un argento e un bronzo. L’oro, invece, alla svizzera Corinne Suter, che era la campionessa del mondo in carica.

leggi ance l’articolo —> Quan Hongchan vince l’oro a 14 anni: alle Olimpiadi per aiutare la mamma malata

Pechino 22 discesa libera femminile

Pechino 2022, discesa libera femminile da sogno: Goggia argento e Delago bronzo

Non era mai accaduto che due italiane salissero sul podio olimpico per aver vinto nella discesa libera. Per essere precisi era successo solo in SuperG. Sofia Goggia, la cui gara era stata posticipata di 30 minuti a causa del forte vento, ha realizzato la sua discesa in 1:32:03. Una grande soddisfazione per la campionessa bergamasca che aveva sul petto il numero 13, lo stesso che portava a Cortina il 23 gennaio scorso, quando la caduta nel SuperG di Coppa del mondo le aveva causato la distorsione del ginocchio sinistro con una lesione parziale del legamento crociato già operato nel 2013, una piccola frattura del perone e una sofferenza muscolo tendinea, come ricorda «Mediaset Sport». L’unica donna ad aver vinto due ori olimpici in discesa alle Olimpiadi, tra l’altro consecutivi nel 1994 e 1998, è stata Katja Seizinger. E possiamo dire la Goggia ci è andata parecchio vicina: un’impresa da favola. Chi invece ha centrato l’obiettivo è stata la svizzera Corinne Suter, campionessa del mondo in carica, che ha fermato il cronometro sull’1:31:87. Una medaglia d’oro mancata alla Goggia per soli 16 centesimi.

Pechino 2022

L’Italia ha brillato: ecco come è andata

Non da meno è stata l’impresa di Nadia Delago al debutto olimpico: la sua discesa in 1:32:44 è valsa una medaglia di bronzo. Un gran bel biglietto da visita per una carriera ai nastri di partenza. Anche la prestazione di Elena Curtone (1:32:87), partita col pettorale numero 1 e che ha chiuso in quinta posizione, è stata magnifica. È andata bene pure la sorella di Nadia, Nicol Delago, che si è piazzata 11esima con 1:33:69. Insomma l’Italia ha brillato, è stata spettacolare. Leggi anche l’articolo —> Staffetta 4×100 maschile, l’Italia è medaglia d’oro: siamo i più veloci del mondo [VIDEO]

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Ancona, gravissimo incidente stradale a Serra de’ Conti: morto un ragazzo di 16 anni

generale gerasimov

Chi è il generale Gerasimov, l’uomo ombra di Putin: l’«arma» più pericolosa in mano allo zar