in

Perché si chiama Covid-19? La malattia causata dal Coronavirus Sars-Cov-2

Perché si chiama Covid-19? Innanzitutto chiariamo che con questo nome si identifica la malattia e non il virus che ne è la causa. L’ormai famigerato “nuovo Coronavirus” causa della pandemia che da febbraio 2020 sta mettendo in ginocchio il mondo si chiama infatti Sars-Cov-2. La sua denominazione, importante per motivi scientifici, è stata decisa dall’International Committee on Taxonomy of Viruses (ICTV). Questo nome per il coronavirus 2019-2020 è stato accettato a livello internazionale. Anche lo European Centre for Disease Prevention and Contro (ECDC), ente di riferimento per i paesi europei e quindi anche per l’Italia, si riferisce sul suo sito al nuovo Coronavirus con l’appellativo “Sars-Cov-2”.

>> Covid in Italia, il bollettino del 22 ottobre 2020

Perché si chiama Covid-19

Perché si chiama Covid-19 l’infezione da Sars-Cov-2, il “nuovo Coronavirus”

Perché dunque la malattia da nuovo Coronavirus, cioè quella che deriva dall’infezione da Sars-CoV-2, si chiama Covid-19? La decisione si deve ad un’altra istituzione internazionale, la più importante a livello globale in materia di salute. A stabilirne il nome è stata infatti l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), con un annuncio ufficiale del direttore Tedros Adhanom Ghebreyesus dell’11 febbraio 2020.

Covid-19 è l’acronimo di Co (corona); Vi (virus); D (‘disease’, malattia) e 19 (l’anno di identificazione del virus). “Avere un nome è importante per impedire l’uso di altri nomi che possono essere inaccurati o rappresentare uno stigma – ha spiegato suo tempo  il direttore dell’Oms – Dovevamo trovare un nome che non fosse di un luogo geografico, di un animale, di un individuo o di un gruppo di persone, che fosse pronunciabile e legato alla malattia”.

Il Covid-19

Praticamente tutti i siti web dei ministeri della Salute nazionali riportano informazioni dettagliate sul Covid-19 e sul virus che causa l’infezione, il Sars-Cov-2, incluso il ministero della Salute italiano che ha un suo sito dedicato. Questa breve scheda, riassume le caratteristiche dell’odiata malattia, con alcuni link di approfondimento.

Covid-19 è causata da un nuovo tipo di coronavirus che può colpire i polmoni e le vie respiratorie. I coronavirus sono una famiglia ampia e diversificata di virus che causano anche malattie comuni, come il raffreddore. Le malattie più recenti da esso causate includono la sindrome respiratoria acuta grave (Sars) e la sindrome respiratoria mediorientale (Mers), già causa di gravi epidemie comunque non paragonabili alla pandemia globale del 2020 che ad oggi ha fatto registrare quasi 42 milioni di casi accertati. Il 7 gennaio 2020, la Cina ha confermato l’esistenza del Covid-19 come risultato di infezione da SARS-CoV-2. Non era stato precedentemente rilevato negli esseri umani o negli animali.

Come si trasmette il Covid-19

Come l’influenza, anche il Covid-19 si trasmette da persona a persona. La comprensione di come si diffonde si basa su prove provenienti dai sistemi sanitari di tutto il mondo, prove molto cospicue allo stato attuale (ottobre 2020). Le prove scientifiche confermano che il Covid-19 si diffonde per “goccioline”. Quando una persona infetta tossisce, starnutisce o parla, le goccioline contenenti il ​​virus si diffondono a breve distanza e possono depositarsi sulle superfici circostanti.

Il Covid-19 si diffonde principalmente a causa dello stretto contatto con le persone che hanno sintomi tipici del contagio da virus Sars-Cov-2. Potresti anche essere infettato se tocchi superfici o oggetti con goccioline e poi tocchi la bocca, il naso o gli occhi. Ecco perché è importante usare una buona igiene delle mani, praticare il distanziamento fisico se non conosci qualcuno e restare a casa se non stai bene. Tra le buone pratiche per evitare il contagio ci sono: lavare e asciugare regolarmente le mani e tossire o starnutire in un fazzoletto usa e getta o nel gomito.

La scheda del Covid-19 sul sito dell’Oms

Il sito monotematico sul Covid-19 del Ministero della Salute italiano

Raccolta di articoli sul Covid-19 di “Science”

Le nostre news sul Covid-19

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Floriana Messina Instagram, il suo incredibile fascino regalare forti emozioni: «Divina!»

Marco Simoncelli incidente 9 anni fa

Marco Simoncelli nove anni dalla sua scomparsa: «Sic sempre nel cuore»