in

Pesaro omicidio-suicidio, 41enne sgozzata dal marito: era uscito dal carcere 15 giorni fa

Un omicidio- suicidio ha scosso la frazione di Novilara, nel comune di Pesaro, nella giornata di ieri, venerdì 11 dicembre 2020. Un uomo di 44 anni, di nazionalità marocchina, ha tagliato la gola alla moglie, 41enne, per poi lanciarsi dalle mura dell’antico borgo. Lui, Chouaye Mourad, era uscito dal carcere – dove era stato recluso per spaccio – quindici giorni fa. Pluripregiudicato, era stato anche denunciato dalla moglie per maltrattamenti in famiglia.

Leggi anche >> Firenze, trovati resti umani in stato di saponificazione: erano in una valigia

pesaro omicidio suicidio

Pesaro, omicidio- suicidio a Novilara: uccide la moglie accoltellandola poi si getta dalle mura del paese

La vittima, Simona Porceddu, cittadina marocchina nata a Quartu, è stata ritrovata per terra, ricoperta di sangue, tra cucina e tinello, laddove il marito l’aveva lasciata dopo averla accoltellata al termine di una lite nonostante il divieto di avvicinamento alla donna. I due, di fatto, erano separati. Lui era andato ad abitare con i due figli gemelli, di 23 anni – avuti da un precedente matrimonio – che vivono sempre a Novilara. Dopo aver atteso che le figlie nate dal matrimonio con Simona fossero a scuola, Mourad si è presentato a casa della donna: al termine di una lite, di cui i vicini hanno sentito le urla, il 44enne ha colpito la moglie alla gola con due coltelli da cucina trovati sul posto.

pesaro omicidio suicidio

La scoperta dei carabinieri giunti a casa ad avvertire la famiglia

Dopo l’omicidio, Mourad si è allontanato andando verso le mura dell’antico borgo: da lì si è gettato facendo un volo di 15 metri. Scorto da alcuni passanti, che hanno subito chiamato i soccorsi, l’uomo è stato trovato in stato di incoscienza ed è morto dopo l’arrivo in ospedale. I carabinieri, recatisi a casa del suicida per avvertire la famiglia, hanno fatto la terribile scoperta. >> Lucia Caiazza picchiata a morte dal compagno: processo immediato, autopsia conferma orrore subito

Pensionati, disoccupati e cassintegrati tutto da rifare: l’Inps sbaglia ‘i conti’

reparto covid ospedale lodi

Focolaio all’ospedale di Lodi: «Qui è un lazzaretto, ognuno fa quello che vuole»