in

Piacenza, il Comune vieta il Drag Queen Show, l’assessore leghista: “E’ diseducativo”

Piacenza, vietato dal Comune lo spettacolo delle Drag Queen. Secondo l’assessore della Lega, lo show è “diseducativo”. Rammaricata l’associazione culturale L’Arco, insieme ad Arcigay, per il veto sull’iniziativa: “Sarebbe stato uno spettacolo per i piacentini per fare cultura divertendosi. Non è questa la Piacenza che vogliamo”.

drag queen piacenza

Lo spettacolo allo Spazio 4

Allo Spazio 4 di Piacenza, gestito dalla cooperativa L’Arco, per domani sera, 16 luglio, era programmata una serata di musica e balli. Sul palco, alle 19,30, dopo un djset, sarebbero dovute salire delle Drag Queen per una performance musicale. L’intera serata, organizzata da Arcigay, è infatti dedicata alla celebrazione della diversità, ma soprattutto alla commemorazione dei moti di Stonewall. E’ proprio con i moti di Stonewall, un bar nel distretto di Manhattan, a New York, che si identifica il movimento dell’orgoglio gay, in seguito a due giorni di guerriglia tra la polizia di New York e la comunità Lgbt+, regolamente vessata dalle forze dell’ordine.

Il Comune vieta lo spettacolo

Ma la performance delle Drag Queen non si terrà: l’evento è stato vietato dal comune di Piacenza perché “diseducativo”. “La parte dell’evento che prevedeva l’esibizione delle drag queen – spiega l’assessore comunale Luca Zandonella (Lega) – non è stata autorizzata in quanto la manifestazione si tiene all’interno di un centro di aggregazione comunale, affidato tramite concessione con obiettivo principale quello di essere un centro educativo: l’iniziativa non è quindi coerente con le finalità dello spazio comunale”.

La risposta dell’Arcigay di Piacenza non ha tardato ad arrivare. “Il Comune di Piacenza ha intimato alla Cooperativa L’Arco, soggetto gestore di Spazio 4, di cancellare il Drag Queen Show, previsto per domani sera dalle ore 19.30 presso la struttura di via Manzoni. Prendiamo tristemente atto di tale “ordine” e per evitare di esporre a gravi conseguenze la cooperativa che gestisce Spazio 4, come sotteso dal documento trasmesso dagli uffici comunali, faremo comunque la serata rinunciando allo spettacolo delle Drag Queen. Gli artisti saranno comunque presenti per prendere parte all’iniziativa”

“Incredulità e rammarico”

“L’incredulità e il rammarico – continua Arcigay – sono davvero forti per questa ingiustificata censura da parte della Giunta comunale verso uno spettacolo che era parte della serata di beneficenza organizzata dalle nostre associazioni per ricordare l’inizio della lotta contro le discriminazioni, cioè i moti di Stonewall a New York nel 1969. Un’esibizione ironica quanto popolare, che ha già raggiunto più di 180 prenotazioni da parte di tante persone, di diversa età, sesso, estrazione culturale, etero e omosessuali, indifferentemente. Sarebbe stato uno spettacolo per i piacentini per fare cultura divertendosi”.

ARTICOLO | Ddl Zan: no alle sospensive con un solo voto di scarto, Salvini: “O si cambia rotta o la legge è morta

cecenia gay lgbt

“Certamente non è questa la Piacenza che vogliamo. Quella che sogniamo è una città aperta, inclusiva e ricca di colori. Che prosperi arricchendosi delle differenze, non sopprimendole. Per questo, vi aspettiamo tutti più colorati e favolosi che mai domani sera a Spazio 4! Come nel 1969, i diritti ripartono sempre!”, conclude l’associazione. >> Tutte le news di UrbanPost

Jorginho

Jorginho fidanzato con Catherine Harding: nel passato di lei Jude Law

Vincenzo Incenzo età

Chi è Vincenzo Incenzo, vita privata e carriera: tutto sul cantautore italiano