in

De Luca contro i no vax: “Raddoppiamo il prezzo dei tamponi per chi non si vaccina”

Arriva dal Movimento 5 Stelle la proposta di rendere gratuiti i test per chi non si vaccina. Ma non tutti sono d’accordo. In prima linea a remare contro l’iniziativa dei grillini, c’è il presidente della Campania, Vincenzo De Luca. A suo parere il prezzo dei tamponi per i no vax andrebbe addirittura raddoppiato. “Io sono per raddoppiare i prezzi dei mponi, non per farli gratis – ha affermato De Luca -. Se non ti vuoi vaccinare il diritto di contagiare non è concesso dalla Costituzione”.

prezzo tamponi no vax

Prezzo tamponi no vax Vincenzo De Luca propone di raddoppiarlo

“Io sono per raddoppiare il prezzo dei tamponi, non per darli gratis. Lo Stato ti dà la vaccinazione gratuita e se non vuoi vaccinarti, il diritto di andare a contagiare i tuoi compagni di lavoro e i bambini a scuola non ti è concesso dalla Costituzione”. Queste le parole di Vincenzo De Luca, convinto che il vaccino sia necessario.

De Luca ha poi ribadito la sua posizione raccontando un episodio registrato di recente in Campania. “La settimana scorsa in una scuola abbiamo trovato 20 bambini positivi. Appartenevano tutti a famiglie i cui genitori non sono vaccinati. Questo è lo stato della cialtroneria e dell’incapacità”. Molto chiara la posizione del presidente della Campania che ha definito i no green pass, come “un fenomeno tutto italiano”. Poi ha aggiunto: “Ormai vanno in giro per l’Italia, è diventata non un’attività di protesta sanitaria ma un’attività sportiva, c’è chi va a fare footing e c’è chi va a fare il picnic a Trieste. Abbiamo sentito una quantità di bestialità, lo stato di diritto, lo stato di eccezione, le scemenze”.

ARTICOLO | Ruby Ter, al processo di Siena Berlusconi e il pianista Mariani assolti

ARTICOLO | AstraZeneca, Camilla Canepa morta per “effetti avversi al vaccino”: ecco cosa dice la perizia

toninelli querelato da berlusconi

Prezzo tamponi no vax: la proposta dei 5 stelle

Dallo scorso 15 ottobre, il green pass è diventato obbligatorio sul lavoro. Molti sono contrari a questa imposizione del Governo. Chi non si vaccina infatti si vede costretto a fare un tampone ogni 48 ore e, di conseguenza, a spendere molti soldi. Una proposta per aiutare tutti i lavoratori arriva dai 5 Stelle. L’ex ministro Danilo Toninelli ha parlato di una serie di emendamenti volti ad abbassare per tutti il costo dei tamponi oppure ad abbassarli per gli incapienti fino a farli diventare gratuiti. Toninelli aveva anche proposto anche l’esenzione del green pass in alcuni ambienti di lavoro. In particolare “per le attività il cui ambiente di lavoro è esterno o dove il lavoratore è solo, come portuali, agricoli, autotrasportatori o telelavoro”.>>Tutte le notizie

Seguici sul nostro canale Telegram

salvini meloni

Salvini in guerra con la Meloni? La verità sull’audio rubato. Brunetta tombale sui sovranisti

Ultimi sondaggi politici: il PD torna a crescere e scavalca la Lega di Salvini