in

Programma Draghi, «priorità a vaccino, scuola e lavoro»: l’agenda del nuovo premier

Il programma del nuovo governo Draghi inizia a prender forma: presentata ai partiti all’avvio del secondo giro di consultazioni, l’agenda del premier presenta dei punti prioritari sui quali l’ex numero uno della Bce pone l’attenzione. La velocizzazione del programma di vaccinazione anti Covid, gli interventi sul lavoro specie in vista dello stop al blocco dei licenziamenti di marzo, la rimodulazione del calendario scolastico: questi alcuni dei punti principali del programma Draghi.

Leggi anche >> Totoministri: tutti i candidati tecnici e politici tra conferme, ritorni e novità

Programma Draghi

Programma Draghi, scuola e lavoro al centro: prolungamento calendario lezioni e focus sull’occupazione

Entrando nel merito di alcuni interventi, il nuovo premier ha sottolineato come scuola e lavoro siano tra i nodi più urgenti. Sul piano scolastico, vi è l’ipotesi di un prolungamento del calendario nei primi mesi estivi che consentirebbe agli studenti di recuperare i giorni persi a causa della pandemia. Correrebbe parallelamente anche l’organizzazione dell’avvio del nuovo anno scolastico a settembre con tutte le cattedre già assegnate. E mentre si valuta la fattibilità della proposta, si guarda anche all’emergenza economica che riguarda inevitabilmente anche il lavoro. Bisognerà far fronte all’occupazione ma la ripresa non sarà veloce.

Stando ad alcune fonti citate dall’Agi, Draghi “non ha direttamente citato la proroga del blocco dei licenziamenti, ma ha lasciato intendere che bisognerà intervenire sul fronte lavoro, visto che una ripresa economica più lenta avrà effetti pesanti sull’occupazione”. Rientra nel discorso occupazionale anche il tema del sostegno alle imprese, “a sua volta legato al problema del loro indebitamento con le banche, dei crediti che potrebbero trasformarsi in crediti deteriorati. Ecco perché bisogna agire anche sul fronte del sistema bancario”.

Programma Draghi

Investimenti e limitazione contributi a fondo perduto

Un capitolo importante, nel programma Draghi, è riservato anche agli investimenti: il premier ha sottolineato, a tal proposito, l’importanza di “investire e limitare l’erogazione di contributi a fondo perduto ma finanziare le imprese così da consentire loro di riprendere l’attività una volta superata l’emergenza pandemia”. >> Governo Draghi, M5s ha deciso: il voto su Rousseau il 10 e 11 febbraio

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Francesca Romano

Chi è Barbara De Rossi: vita privata e carriera dell’attrice italiana

governo draghi ministri

Governo, totoministri: la squadra (con tante donne) annotata sul taccuino di Mario Draghi