in

La proroga dello stato d’emergenza divide i partiti, Draghi ad un bivio. La “profezia” di Ricciardi

La proroga dello stato d’emergenza è una delle tante riflessioni al vaglio del presidente del Consiglio Mario Draghi. A Palazzo Chigi, visto l’aumento significativo dei contagi, si ragiona sulla possibilità di estenderlo: la sua fine è prevista per il 31 dicembre. Un’ipotesi che letteralmente divide la maggioranza. Intanto Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza, ha messo in allarme tutti dicendo che quello che ci attende sarà un inverno durissimo.

leggi anche l’articolo —> Covid oggi 19.215 nuovi casi e 66 morti, continua a crescere il numero delle persone ricoverate

proroga stato emergenza

La proroga dello stato d’emergenza divide la maggioranza: la “profezia” di Ricciardi

«Dal punto di vista sanitario lo stato di emergenza andrà assolutamente rinnovato. L’inverno sarà durissimo e bisognerà prendere decisioni finalizzate al contenimento del virus. Penso a un’intensificazione del Super Green Pass con maggiori controlli. Non basta fare le norme, bisogna applicarle. Molti ristoranti non controllano gli accessi e a gennaio non ce lo potremo permettere», ha dichiarato in un’intervista a «La Stampa» Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza. «Gennaio preoccupa molto», ha sottolineato l’esperto. Per il consulente sarà necessario «prendere decisioni finalizzate al contenimento del virus» a partire da «maggiori controlli» sul Super Green pass. I Nas hanno chiuso nel fine settimana otto locali, proprio per le violazioni delle norme anti Covid. Sono stati ispezionati nel week end ben 261 locali tra discoteche, pub e sale da ballo. I controlli continuano a tappeto in tutta Italia e così sarà nelle prossime settimane. Il bilancio del Super Green Pass è sostanzialmente positivo: si è registrato un incremento dei vaccinati.

proroga stato emergenza

Draghi ad un bivio, contagi in aumento: da oggi Calabria in zona gialla insieme a Friuli e Alto Adige

Da oggi Calabria in zona gialla insieme a Friuli Venezia Giulia e Alto Adige. In Italia i no-vax son tornati a minacciare il presidente del Consiglio Mario Draghi: sono stati messi online il suo indirizzo; l’invito nella chat su Telegram quello di andare sotto casa sua. Tra i nodi da sciogliere dal premier quello della proroga dello stato d’emergenza. Molto dipenderà dai dati dei prossimi giorni. Draghi è ad un bivio: sono parecchi gli esponenti delle forze di maggioranza contrari. Il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato: «Gli italiani stanno rispettando le regole, si stanno sacrificando, si stanno vaccinando. Più rispettosi di così è impossibile». Poi il segretario del Carroccio ha sottolineato che «della proroga dello stato di emergenza ne parleremo quando ce lo proporranno». Diversa la posizione di Enrico Letta dei Dem: «Se per mantenere la situazione migliore degli altri Paesi europei è necessario prorogare lo stato di emergenza, noi siamo a favore della proroga».

Walter Ricciardi

Proroga dello stato d’emergenza, Giorgia Meloni contraria: «Si poteva fare meglio»

Giorgia Meloni di Fratelli di Italia è per il no: «Dobbiamo essere in grado di combattere il Covid e la pandemia ripristinando i diritti democratici: lo stato di emergenza non si può prorogare». Dal palco di Atreju l’attacco dell’unica leader dell’opposizione: «Leggo che Mario Draghi starebbe meditando di mantenere le norme anti Covid senza prorogare lo stato d’Emergenza. Quindi si poteva fare, come diceva FdI. Non si è fatto perché la sinistra ha voluto ridurre a suo piacimento le libertà degli italiani». Leggi anche l’articolo —> “Bell’affare”. Corsa al Quirinale, ecco lo scenario peggiore per l’Italia (e Draghi)

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Perché si venera Santa Lucia

13 dicembre: chi è Santa Lucia e perché si venera, tra storia e leggenda

covid italia Remuzzi

Remuzzi: «Per il Covid non c’è una cura…», cosa ci aspetta nei prossimi mesi