in

Putin malato? “Incapace di ragionare per questo…”, la tesi rilanciata da Laurie Garrett

Sono tante le notizie che arrivano dall’Ucraina, talmente tante che il pericolo di prendere per buona una fake news è dietro l’angolo. Diverse le voci che circolano attorno ai principali attori coinvolti: dal presidente Zelensky allo zar Putin. Proprio su di lui, c’è una teoria che sta facendo furore sui social. Si tratta di una presunta malattia. A parlarne Laurie Garrett, giornalista e autrice americana Premio Pulitzer per una serie di lavori pubblicati sul Newsday sul virus Ebola nello Zaire.

leggi anche l’articolo —> Quanto guadagna Putin: il patrimonio da capogiro dello zar

putin malattia

Putin malattia? “Incapace di ragionare per questo…”, la tesi rilanciata da Laurie Garrett

Tra le idee social più bizzarre intorno alla figura di Vladimir Putin una riguarda i presunti effetti su di lui del Long Covid, che avrebbero contribuito alla dose di follia con cui ha dato il via all’invasione dell’Ucraina. La storia è stata raccontata, come dicevamo in apertura, da Laurie Garrett. «Si è letto che Putin non stia ragionando correttamente, forse a causa del long Covid. Non c’è nessuna prova, ovviamente», ha cinguettato la giornalista a poche ore dall’inizio del conflitto. A settembre Putin era andato in quarantena: pochi i dettagli sull’eventuale contagio ed evoluzione del virus. «A ottobre poi è scomparso e c’era una diffusa speculazione che fosse stato infettato. Ma è possibile anche se stesse cercando semplicemente di stare al sicuro visto che il vaccino Sputnik non è molto efficaci contro le varianti, compresa Omicron». Putin ha ricevuto la prima dose del vaccino nel giugno 2021, poi la seconda il 21 novembre. «Durante tutta l’estate ha viaggiato e incontrato leader stranieri nonostante la scarsa protezione. In autunno, invece, quando Putin era assente dall’opinione pubblica, i russi hanno cominciato a diffidare del presidente. E infatti la fiducia verso Putin era drasticamente calata nei sondaggi», l’analisi della Garrett. Un momento buio, cresceva la diffidenza delle persone verso il vaccino Sputnik. Un periodo «difficile», lo definì Putin stesso, ma la vita doveva andare avanti. Dunque? Ecco ci arriviamo.

putin malattia

In passato si parlò di Parkinson

L’ipotesi di Laurie Garrett è stata ripresa anche da «Il Mattino»: la giornalista ha spiegato “che in alcuni recenti incontri del ‘Council on Foreign Relations’, diversi esperti hanno spiegato che il comportamento di Putin e le sue affermazioni non sono ‘corrette’, suggerendo che stia soffrendo a causa della cosiddetta «brain fog», una nebbia cerebrale che colpisce il cervello dopo l’infezione del Covid, soprattutto a lungo termine”. Eventualità che però, come sappiamo, non è mai stata confermata. Non è la prima volta che a Putin viene attribuita una malattia: in passato si mormorava che avesse il Parkinson. Notizia poi smentita con vigore dal Cremlino ad inizio 2020. A parlare per primo dei problemi di salute dello zar Valery Solovei, che è stato professore all’Istituto Statale di Relazioni Internazionali di Mosca, prima di esserne allontanato nel 2019 perché considerato troppo critico del Cremlino. Si parlò allora anche di dimissioni del leader di Mosca. Leggi anche l’articolo —> Dopo il divorzio da Putin un nuovo amore: chi è il giovane compagno di Ljudmila Putina

putin malattia

Seguici sul nostro canale Telegram

lukashenko

Allerta nucleare di Putin, quali conseguenze per il mondo? Al suo fianco Lukashenko

Ignazio Cassis

Svizzera pronta a rompere la sua storica neutralità: valuta sanzioni alla Russia