in

“A Draghi hanno promesso il Quirinale, ho delle fonti interne”, Di Battista sgancia retroscena “bomba”

“A Draghi hanno promesso il Quirinale, ho delle fonti interne”. Così Alessandro Di Battista, ospite dell’ultima puntata di “Piazza Pulita” in onda su La7, sgancia un retroscena “bomba”. Il “banchiere prestato alla politica” avrebbe tutta l’intenzione di lasciare Palazzo Chigi. Una ricostruzione quella dell’ex grillino che, letta in filigrana con la confidenza che il ministro degli Affari Esteri Di Maio giorni fa avrebbe fatto ad alcuni diplomatici che gli domandavano le intenzioni del premier, assume un certo peso. Un rumor riportato dal quotidiano «La Repubblica», che vedrebbe uno scenario di questo tipo: Mario Draghi al Colle e al suo posto il fidatissimo Daniele Franco.

leggi anche l’articolo —> Quirinale, Di Maio si lascia “scappare” il piano di Draghi: chi resta a Palazzo Chigi

di battista draghi

“A Draghi hanno promesso il Quirinale, ho delle fonti interne”, Di Battista sgancia retroscena “bomba”

Ad Alessandro Di Battista il conduttore di “Piazza Pulita” ha mostrato i risultati del sondaggio sulle preferenze degli italiani per il Quirinale. In testa sempre il presidente uscente Sergio Mattarella, che però in più occasioni ha fatto capire di non voler concedere un bis. Proprio in queste ore poi il leader della Lega Salvini ha bocciato una proposta di questo tipo, spegnendo le speranze del Pd che da un doppio mandato di Mattarella avrebbero non “pochi vantaggi”, come scrive Luca Sablone in un articolo di oggi su «Il Giornale». “Ha già detto cosa vuole fare, è giusto il cambio”, le dichiarazioni del segretario del Carroccio. Ma torniamo al sondaggio di cui si è discusso in studio da Formigli: al secondo posto della classifica Mario Draghi. A seguire Silvio Berlusconi, Marta Cartabia e Romano Prodi. Il 22% degli intervistati, e non è poco, si è detto ancora indeciso. «Per me il dramma è essenzialmente politico. Draghi è stato convinto a fare il premier perché era l’uomo che, anche per la sua autorevolezza, era capace di mettere d’accordo tutte le forze politiche. Pronte evidentemente a spartirsi i denari del Recovery plan», l’affondo di Alessandro Di Battista, che stuzzicato ha svelato un dietro le quinte “succulento”.

di battista draghi

“Il problema è che Draghi non ci pensa per niente a fare un passo indietro”

«Tutte le forze politiche stanno implorando Draghi di fare un passo indietro. E di dire ‘arriva la quarta ondata e io resto a Palazzo Chigi perché c’è bisogno del mio lavoro’. Temono che un’eventuale elezione di Draghi al Quirinale possa mandarli al voto anticipato. Il problema è che Draghi non ci pensa per niente a fare un passo indietro. Perché gli hanno promesso il Quirinale in cambio di mesi di traghettamento a Palazzo Chigi», ha detto Di Battista. Formigli a quel punto ha domandato incuriosito all’ospite se fosse “un suo ragionamento” o se ci fossero di mezzo delle fonti. Netta la replica dell’ex grillino: «Ho assolutamente delle fonti interne. Che sono le stesse che nell’agosto del 2020 mi dissero che una parte di establishment stesse lavorando per sostituire Conte con Draghi che vuole andare al Quirinale per concludere una carriera di tutto rispetto»Leggi anche l’articolo —> Ipotesi obbligo vaccinale per tutti i lavoratori, non è più un tabù: il governo ci pensa

di battista draghi

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Nuovo cambio di colore delle regioni: P.A. di Bolzano verso la zona gialla

Incendio oggi Lonigo palestra a fuoco, danni ingenti

Vicenza, incendio sul tetto di una palestra: danni considerevoli alla struttura