in

Quirinale, oggi il vertice tra Letta, Conte e Speranza: commento al vetriolo della Bellanova

La partita del Quirinale è entrata nel vivo. Teresa Bellanova, ospite a «L’aria che tira», il programma in onda su La 7 condotto da Myrta Merlino, ha commentato così le recenti dichiarazioni di Enrico Letta: «Siamo ancora alla tattica». Durante la puntata trasmessa oggi, mercoledì 19 gennaio l’esponente di Iv ha lanciato un appello: «Bisogna evitare di avvelenare i pozzi».

leggi anche l’articolo —> Crisanti: «Con Omicron verso immunità di gregge. Meno restrizioni? Possiamo rischiare»

teresa bellanova

Quirinale, vertice tra Letta, Conte e Speranza: commento al vetriolo della Bellanova

L’ex ministro dell’Agricoltura e attuale viceministro ai Trasporti ha criticato aspramente l’incontro mattutino che ha avuto luogo oggi tra Letta, Speranza e Conte: «Sono molto rattristata nel vedere Letta che va a casa di Conte, il leader che non c’è, perché Conte non si capisce che cosa governa. Basti vedere tutte le proposte che sono uscite in questi giorni a proposito del Presidente della Repubblica». La Bellanova, che ha rimarcato di essere una dei fondatori del Pd, riferendosi ai tweet pubblicati tutti alle 10.04, ha parlato di «un comportamento un po’ ridicolo». Il messaggio latente dei tre leader politici vorrebbe dire secondo la ministra: «Siamo uniti, ci esprimiamo all’unisono».

letta conte speranza

«Draghi può e dovrebbe continuare a svolgere la funzione che svolge»

Parlato sempre del Quirinale e delle varie strategie la Bellanova ha detto a «L’aria che tira»: «Questo atteggiamento di andare a cercare i voti singolarmente è qualcosa che abbiamo giudicato vergognoso quando l’ha fatto Conte, e per fortuna quel percorso è fallito, ed è altrettanto vergognoso se lo fa qualcun altro». E ancora: «Torniamo a discutere nelle sedi dove siamo deputati ad assumere delle decisioni. Se dovesse votare il popolo di twitter, probabilmente Casalino sarebbe già Presidente della Repubblica. Peccato che debba votare il Parlamento e in Parlamento ci sono dei leader che si sono riuniti e non sono in grado di dire che cosa pensano i propri gruppi parlamentari». Per la ministra l’obiettivo di «recuperare sobrietà», perché a pagarne il prezzo più alto resta sempre il Paese. Parlando del premier, la ministra ha detto: «Draghi può e dovrebbe continuare a svolgere la funzione che svolge. Non è un incidente di percorso, è frutto di una scelta politica coraggiosa». Leggi anche l’articolo —> Italia verso le elezioni anticipate? Draghi fa il giro dei palazzi | Retroscena

conte speranza letta

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Treviso scuolabus

Treviso, scuolabus perde due ruote: l’ombra di un sabotaggio

toto quirinale 2022

Toto Quirinale, tutti i possibili candidati: chi ha davvero chance