in

Regina Elisabetta grande imbarazzo: sito reale rimanda ad una pagina a luci rosse

Sembra proprio che non ci sia pace per la Regina Elisabetta. Sua altezza in imbarazzo per via di un clamoroso errore sul sito ufficiale di casa Windsor. Nella home della Royal Family vi è uno spazio dedicato alle organizzazioni benefiche sostenute dai reali. Cliccando su una di queste però, quella di Dolen Cymru, sostenuta dal principe Harry, che svolge attività nel Lesotho, in Africa, e in Galles, si finiva però non sul sito dell’associazione, bensì su una pagina web cinese a luci rosse. Un fatale errore di chi gestisce la pagina? O si cela dietro la mano di qualche hacker esperto? Il disguido tecnico, ad ogni modo, è stato segnalato. Con gran clamore…

Regina elisabetta sito

Grande imbarazzo per la Regina Elisabetta: chi va sul sito reale finisce su una pagina a luci rosse

Il quotidiano britannico “The Sun” si è accorto che sul sito ufficiale della Royal Family, cliccando sul banner di un ente benefico che fa capo al principe Harry, si approdava ad un sito hard cinese. Una notizia rilanciata da diversi giornali, anche italiani. Dopo il caso Epstein, che vede coinvolto anche il principe Andrea per abusi e violenze, il sesso torna prepotentemente a bussare alla porta della Regina Elisabetta. Si tratta ovviamente di un imperdonabile errore, ma non si può negare che abbia creato più di qualche imbarazzo alla famiglia Windsor, già sconvolta dall’uscita di Meghan e Harry. E la vicenda ha a che fare, in un certo senso, proprio con il giovane principe, visto che il mecenate dell’associazione, il cui link reindirizzava per sbaglio ad un sito porno, era proprio lui. Nelle ultime ore il sito ufficiale della famiglia reale, Royal.uk, ha inviato i visitatori su una pagina di pornografia cinese. I naviganti si sono trovati dinnanzi video, annunci e filmati a luci rosse. Ora per fortuna tutto si è risolto. L’emergenza è rientrata con buona pace della sovrana.

Regina Elisabetta sito

“The Sun” ha avvisato subito la Royal Family: ora il link d’uscita è stato corretto

A fare la sconcertante scoperta è stato il tabloid britannico “The Sun” che, curiosando sul sito ufficiale dei Windsor, si è imbattuto nel sito hot. Il link di uscita dal sito sarebbe riuscito addirittura a superare il filtro “parental control”, quello impostato dai genitori per evitare che i più piccoli finiscano su siti per adulti. Chiunque poteva, infatti, approdare al sito hard cinese, andando a cliccare su quello che era un ‘innocuo’ banner di beneficenza. Un errore gravissimo che ha creato sconcerto a Buckingham Palace. Vittima del problema tecnico l’ente benefico Dolen Cymru, che da anni si occupa dei cambiamenti positivi nel regno sudafricano del Lesotho e nelle comunità che si trova in Galles. Un’organizzazione, fondata dai duchi di Cambridge e dal principe Harry, che era all’oscuro del rimando alla pagina a luci rosse cinese. “The Sun” ha immediatamente avvertito la famiglia reale così nel più breve tempo possibile il link di uscita è stata disattivato ed è stato ripristinato quello corretto.

leggi anche l’articolo —> «Lady D non avrebbe approvato la scelta di Harry e Meghan», Darren McGrady svela il perché

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Giulio Regeni e Patrick Zaky manifesto

Giulio Regeni e Patrick Zaky: la street artista Laika riposiziona il manifesto rimosso a Roma

caterina balivo instagram

Caterina Balivo su Instagram ad alto tasso erotico, accavallamento in calze a rete eccitante: «Bel vedere»