in

Roberto Giacobbo malattia: «Sono arrivato all’ultimo stadio, ero a un passo dalla fine»

Giornalista, conduttore e autore televisivo, Roberto Giacobbo, dal 2018 al timone di Freedom- Oltre il confine, si è recentemente aperto sulla malattia di cui ha potuto provare in prima persona gli effetti devastanti: colpito dal Covid lo scorso marzo, Giacobbo si è poi concesso ai suoi stessi telespettatori per raccontarne il decorso. Documentarista e scrittore, il volto di Italia Uno – provato dall’esperienza – non ha nascosto timori e paure per sé e per la sua famiglia.

Leggi anche >> Roberto Giacobbo: età, peso, altezza, carriera, moglie e figlie del presentatore di “Freedom”

roberto giacobbo malattia

Roberto Giacobbo malattia: la paura nei 40 giorni di ricovero

“Adesso tutto è più bello, – ha raccontato Giacobbo che ha scelto di aprirsi ai microfoni di Verissimo fatto ritorno negli studi di Mediaset – sono felice. Ogni respiro è più bello”. Dopo aver inizialmente sottovalutato la malattia per non averne riconosciuto i sintomi, Roberto ha vissuto l’esperienza più tragica: “Sono stato in rianimazione. – ha ricordato con commozione – Avevo confuso i sintomi e sono arrivato all’ultimo stadio. Ho affidato il mio corpo completamente nelle mani dei medici. Potevo muovere solo gli occhi. Ero a un passo dalla fine”.

roberto giacobbo malattia

“Mi hanno tolto tutto, anche la fede nunziale. Ho pensato che sarebbe stata l’ultima cosa che avrebbero avuto le mie figlie e mia moglie”

“Qualcuno mi ha trasmesso il virus, – ha spiegato il conduttore ripercorrendo l’evoluzione della malattiaprobabilmente mentre ero al supermercato. Purtroppo, una laringite ha falsificato i sintomi. Avevo la febbre alta, non stavo bene. Ho comprato un pulsometro per misurare l’ossigenazione del sangue”. “Una mattina – ha dunque proseguito – ho sentito una maggiore difficoltà nel respiro e dopo poche ore l’ossigenazione era crollata. Sono corso in ospedale”. Un ricovero di 40 giorni di cui ricorda: “Mi hanno tolto tutto, anche la fede nunziale. Ho pensato che sarebbe stata l’ultima cosa che avrebbero avuto le mie figlie e mia moglie. Non avrebbero potuto piangere neanche il corpo”. >> Vittoria Schisano, una furia contro Serena Bortone: «Non mi metti a mio agio»

roberto giacobbo malattia

Chi è Clementino: età, altezza, carriera, Napoli, tutto sulla carriera della Iena del Rap

Caso Regeni, i pm: “Gli agenti hanno ammesso di aver seguito Giulio”