in

Chi era Roberto Gómez Bolaños, il comico messicano celebrato oggi nel doodle di Google

Oggi, 21 febbraio 2020, molti di voi aprendo Google si saranno chiesti chi fosse Roberto Gómez Bolaños. La nota piattaforma di ricerca ha deciso di dedicargli il Doodle del giorno. Si tratta di un famoso attore e sceneggiatore messicano, poco noto in Italia ma estremamente popolare in Messico, Stati Uniti e Spagna. Oggi avrebbe compiuto 91 anni e Google ha deciso di ricordarlo con il suo Doodle. Andiamo a ripercorre un po’ la vita e la carriera di Roberto Gómez Bolaños.

Roberto Gómez Bolaños

La vita di Roberto Gómez Bolaños

Roberto Gómez Bolaños è nato il 21 febbraio 1929 a Città del Messico da una famiglia benestante: la madre Elsa Bolaños Cacho era una segretaria bilingue, mentre il padre Francisco Gómez Linares era uno dei pittori, fumettisti e illustratori più apprezzati del Messicio. Roberto Gómez Bolaños ha avuto un’adolescenza piuttosto tranquilla. All’Università decise di iscriversi alla facoltà di ingegneria meccanica, ma non finì mai gli studi: la passione era la scrittura e la televisione.

La sua vita è costellata di successi. A soli vent’anni inizia la carriera da creativo pubblicitario muovendo in primi passi nel mondo dell’arte. Questo gli apre le porte del cinema. Diventa velocemente sceneggiatore per il duo Viruta e Capulina. Roberto Gómez Bolaños è una personalità irrequieta dal punto di vista artistico e pronto a gettarsi in nuove avventure, per questo dopo l’esperienza di sceneggiatore per il cinema passa alla TV messicana e in pochi anni si affermò come uno degli autori più brillanti. Ben presto gli fu affibbiato il soprannome di Chespirito, diminutivo della pronuncia spagnola di Shakespeare (foneticamente Chekspir), perché le sue storie erano simili a quelle dello scrittore inglese.

Roberto Gómez Bolaños


Leggi anche: Chef Rubio: «Ho lasciato la tv perché non ero più libero. I rider? Fatevi pagare di più»

Il successo e la morte

Il vero successo arrivò negli anni ’70, quando fece il suo debutto sulla TV messicana nel ruolo di “Chapulin Colorado” e poi di “Chavo“. Due personaggi che lo consacrarono nel ruolo di attore comico e grazie ai quali ha ottenuto diverse onorificenze, tra cui un premio alla carriera negli Stati Uniti. In pochissimo tempo Roberto Gómez Bolaños diventò una delle persone più apprezzate e famose del Messico. I suoi film e i personaggi che ha interpretato sono tutt’ora molto seguiti e apprezzati. Tant’è che nel 2013 ottenne un premio alla carriera negli Stati Uniti, purtroppo solo un anno più tardi si spense a Cancun per complicazioni respiratorie.

 

petra turista ucciso

Petra, turista italiano muore ucciso dalla caduta di massi: «Colpa delle piogge»

Eva Henger Instagram

Eva Henger Instagram, statuaria in bikini: il décolleté è mozzafiato