in

Rossano Sasso scambia Topolino per Dante: la gaffe del nuovo sottosegretario all’Istruzione

“Chi si ferma è perduto, mille anni ogni minuto”, ha scritto su Facebook il nuovo sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso. Certo, una frase d’impatto, peccato che l’ex insegnante credeva fosse di Danti Alighieri. E invece arriva direttamente da “L’inferno”, sì, ma quello di Topolino. Non dalla Divina Commedia.

>> Leggi anche: Nicola Molteni chi è il sottosegretario all’Interno: curriculum e vita privata

Rossano Sasso chi è

La gaffe su Dante Alighieri di Rossano Sasso

l nuovo governo Draghi si contorna di alcune figure… Piuttosto discutibili. C’è una sottosegretaria alla Cultura, Lucia Borgonzoni, che durante la campagna elettorale per la presidenza dell’Emilia Romagna l’anno scorso ammise di non aver tempo per leggere. C’è Stefania Pucciarelli alla Difesa, la stessa che durante il governo Conte I, pochi giorni prima di diventare presidente della Commissione diritti umani, aveva pubblicato su Facebook un’immagine di una ruspa che distruggeva un campo nomadi aggiungendo: “Un altro passo avanti per ristabilire la legalità”. Poi, appunto, c’è Rossano Sasso, che non distingue un testo di Topolino da uno di Dante Alighieri. E che rievoca, anzi, anche gli anni del fascismo. Le stesse parole, infatti, “chi si ferma è perduto”, sono state pronunciate proprio da Benito Mussolini il 18 maggio del 1938. Ma spesso rimbalzano tra un social network e l’altro senza un vero collegamento con il Duce.

In ogni caso, l’intento di Rossano Sasso era quello di accompagnare la sua fotografia a una citazione di spessore e, soprattutto, di Dante Alighieri. Un po’ come fanno le ragazzine su Instagram. Peccato che quelle parole siano state scritte su un’altra Divina Commedia, quella di Topolino, circa settanta anni fa. Parliamo de “L’Inferno di Topolino”, e non di quello dantesco. Una serie di fumetti, pubblicati tra il 1949 e il 1950, nel quale Topolino, appunto, si veste da Dante Alighieri.

Rossano Sasso chi è

Da Dante Alighieri a Topolino

Nelle illustrazioni si vede Topolino, vestito con la nota toga rossa, per esempio, leggere in una stele di pietra sulla quale è incisa la frase: “Chi si ferma è perduto, mille anni ogni minuto”. Ma non è inciampato in questo errore solamente Rossano Sasso: spesso, tra i siti web, la citazione rimbalza proprio accompagnata dal nome di Dante Alighieri riferendosi, probabilmente, al canto XV. Ovviamente, però, di queste parole nella sua opera non c’è alcuna traccia. Di sicuro il neo sottosegretario poteva prestare un po’ più di attenzione, e magari avrebbe evitato una gaffe del genere a pochi giorni dalla sua nomina al… ministero dell’Istruzione. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Rosalinda Cannavò GF Vip

Rosalinda Cannavò fuori gli artigli al GF Vip, attacco spietato: «Mi vuole seduta a fare il cane»

arcuri

Arcuri: «Da lunedì 100mila vaccinazioni al giorno», ma i casi tornano a salire