in

Salvini Lamorgese botta e risposta sui migranti: chi si schiera (a sorpresa) con la ministra

Salvini Lamorgese botta e risposta sui migranti. Ancora polemiche a distanza tra il leader della Lega e la ministra degli Interni sul tema degli sbarchi. Rispondendo ad una domanda di Massimo Giannini, la 67enne, già ministro nel Conte II, intervistata in streaming sul sito de La Stampa, ha commentato gli attacchi arrivati nei giorni scorsi dal suo predecessore al Viminale, che la ritiene responsabile dei numerosi arrivi sulle coste italiane. Immediata la contro-replica del segretario del Carroccio, che ha affidato ai social il suo duro sfogo.

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza, come potrebbe cambiare: le ipotesi sulla scrivania di Draghi

Salvini lamorgese

Salvini Lamorgese botta e risposta sui migranti: chi si schiera (a sorpresa) con la ministra

«Salvini evidentemente non ha ben chiare quelle che sono le difficoltà che stiamo vivendo quotidianamente, ma se ci sono iniziative che non abbiamo adottato e lui ci può suggerire per bloccare gli arrivi via mare io li raccolgo volentieri», ha dichiarato Luciana Lamorgese al direttore de «La Stampa» Giannini per la rubrica ’30 Minuti al Massimo’. E ancora: «Il problema dell’immigrazione è complesso, va avanti da anni e richiede interventi a livello europeo. Va tutto contestualizzato. I numeri sono aumentati, certamente, ma non parlerei di invasione». Durante quello stesso intervento la ministra ha parlato anche dello Ius Soli, fianco scoperto del Pd. «È un tema che si pone e di cui dobbiamo ricordarci non solo quando i nostri atleti vincono delle medaglie», ha sottolineato l’ex prefetto, sostenendo la necessità di aiutare «questi ragazzi a sentirsi parte integrante della società», ha dichiarato la Lamorgese. «Dobbiamo ricordarci non solo quando gli atleti vincono le medaglie. La politica dovrà fare i suoi riscontri e spero si arrivi a una sintesi politica», ha sottolineato la ministra. Il segretario dei Dem, Enrico Letta, chiede di approvare la legge sulla cittadinanza: «Dopo le Olimpiadi la consapevolezza credo sia divenuta più generale. Per questo rivolgo un appello a tutte le forze politiche ad aprire una discussione in Parlamento e a trovare una soluzione sullo ius soli». La risposta di Salvini non è tardata ad arrivare.

Salvini Lamorgese

Non solo Enrico Letta, a tendere una mano anche la Gelmini

«Invece di vaneggiare di Ius Soli (l’Italia è il Paese UE che a legge vigente concede più cittadinanze), il ministro dell’Interno dovrebbe controllare chi entra illegalmente, viste le decine di migliaia di sbarchi organizzati dagli scafisti, senza che il Viminale muova un dito», ha scritto su Twitter Matteo Salvini. E in un altro post: «Lamorgese annuncia ‘controlli a campione’ nei bar e nei ristoranti. Quanto dobbiamo aspettare per ‘controlli a campione’ anche nei porti e ai confini?». Letta non è rimasto in silenzio: «Chi gioca e lucra sullo Ius soli semplicemente è fuori dalla realtà. È un tema che non c’entra nulla con la sicurezza e la gestione dei migranti. C’entra con l’equità, l’integrazione, la vitalità di una società che è cambiata a dispetto della lettura faziosa che ne fanno i populisti». Ma a schierarsi a difesa della ministra è arrivata, a gran sorpresa, anche la ministra per gli Affari regionali ed esponente e di Forza Italia, Mariastella Gelmini: «Lamorgese è sempre sul pezzo. Non credo ci saranno scontri sull’immigrazione». Leggi anche l’articolo —> Tar Lazio: «Dpcm illegittimo sull’obbligo delle mascherine a scuola», cosa rischia Conte

Salvini Lamorgese

 

bimbo 7 mesi

Lascia il figlio di 7 mesi in auto e va al centro commerciale: il piccolo muore asfissiato

10 agosto Giovanni Pascoli

La notte di San Lorenzo in un “pianto di stelle”: il significato della poesia X agosto di Giovanni Pascoli