in

Salvini a Santa Maria Capua Vetere, scontro con una giornalista: «Si deve vergognare»

Matteo Salvini a Santa Maria Capua Vetere è giunto poco prima delle 18 di ieri, giovedì 1 luglio 2021. Al carcere il leader della Lega si è intrattenuto a colloquio con la direttrice Elisabetta Palmieri. Presenti i dirigenti sindacali degli agenti penitenziari. Il senatore ha avuto uno scontro anche con una giornalista, che chiedeva se accettasse il termine «mattanza» del gip.

leggi anche l’articolo —> Salvini e l’irruzione dalla finestra di Prodi: il siparietto che “fa arrabbiare” Berlusconi

Salvini santa maria Capua vetere

Salvini a Santa Maria Capua Vetere, scontro con una giornalista: «Si deve vergognare»

«Sono qui a ricordare che chi sbaglia paga, soprattutto se indossa una divisa questo però non vuol dire infangare e mettere a rischio la vita di 40mila appartenenti alla polizia penitenziaria che rendono il Paese più sicuro. La giustizia faccia il suo corso, e se ci sono stati abusi e violenze con nomi e cognomi, vanno puniti. Però non accetto gli insulti, gli attacchi, anche da parte di clan della camorra», ha detto Matteo Salvini arrivato al carcere di Santa Maria Capua Vetere. «È evidente che ci sono state delle violenze, è stato inaccettabile. Ma è stata una mattanza la rivolta che c’è stata in questo carcere, e in altre carceri con morti e feriti. Ricordo, senza giustificare nulla che nelle settimane precedenti a questi episodi inaccettabili ci furono morti, feriti, incendi e devastazioni nelle carceri di mezza Italia, altrettanto condannabili. Dall’inizio dell’anno si contano 500 aggressioni a donne e uomini della polizia penitenziaria», ha chiarito ai cronisti il leader della Lega. Replicando ad una giornalista che ha asserito: “Ma lei così sembra che stia giustificando le violenze dei poliziotti…”, il senatore ha sbottato: «Questo lo dice lei, e per il solo fatto di averlo detto dovrebbe vergognarsene». Alla domanda su responsabilità del ministro Bonafede, Salvini ha risposto: «Lui ci disse che era tutto a posto, evidentemente non era così».

Salvini santa Maria Capua vetere

«Da 30 anni la politica non riesce a fare una riforma della giustizia»

«Da 30 anni la politica non riesce a fare una riforma della giustizia, da domani con i referendum milioni di italiani in tutti i Comuni, con la loro firma, potranno aiutare il governo a riformare la giustizia», ha detto Salvini. Qualche considerazione poi sul fisco: «Meno tasse, meno tasse, meno tasse. La ricetta della Lega che, grazie al presidente Draghi sta prendendo forma, è il taglio dell’Irap, no alla patrimoniale, alla tassa di successione ipotizzata dal Pd e una burocrazia più veloce». Leggi anche l’articolo —> Sondaggi, la media di Termometro Politico certifica il 20% di Fratelli d’Italia

 

Gianluigi Donnarumma rivela un segreto legato al suo esordio: «È stato un po’ un trauma»

Omicidio di Chiara Gualzetti, i messaggi vocali dell’assassino: “L’ho fatto, ho fatto delle foto”