in

Santa Lucia: storia della festa del 13 dicembre e perché si festeggia

Oggi, 13 Dicembre si festeggia Santa Lucia, la protettrice della vista. La si festeggia in attesa del Natale, con dolci e giocattoli. La storia della Festività attesa dai bambini e non solo. Infatti non tutti sanno che un tempo il giorno della messa per Lucia era un momento nel quale le donne rendevano pubblica la volontà di maritarsi.

>> Come e quando è morto san Giuseppe, il papà putativo di Gesù?

Santa Lucia

Santa Lucia protettrice degli occhi

Santa Lucia è la protettrice degli occhi ed è considerata patrona di tutti coloro che hanno problemi di vista. Il 13 dicembre è il giorno dedicato a lei e, secondo le tradizioni popolari, era anche il giorno più corto dell’anno. Secondo i detti infatti Lucia è associata al il giorno con meno luce per via del fatto che la Santa è raffigurata con gli occhi su un piattino. I detti in questione sono: «Santa Lucia, il giorno più corto che ci sia» oppure «Santa Lucia, la notte più lunga che ci sia». Le giornate in inverno, infatti, sono corte, ma la notte più lunga e il giorno più corto sono quelli del solstizio d’inverno, il 21 dicembre. Santa Lucia nasce a Siracusa ed è qui che subì il martirio sotto l’imperatore Diocleziano. Infatti il pretendente, vedendo la desiderata Lucia privarsi di tutti gli averi ed essendo stato rifiutato da quest’ultima, volle vendicarsi denunciandola come cristiana. Il suo culto fu portato in Romagna nel V secolo da Sant’Orso, vescovo di Ravenna, ma originario della Sicilia. La storia tramandata dice che Lucia un tempo fosse anche la protettrice delle donne non sposate. Infatti andare alla messa del 13 dicembre, per le donne nubili un tempo, significava dare un chiaro segno del fatto che fossero in cerca di marito. Sopratutto per le donne che erano senza dote, in questo modo si rendeva pubblica la volontà di sposarsi. Oggi, quindi, regalare un pezzo di buon torrone artigianale all’innamorata può ancora assomigliare a una dichiarazione d’amore o d’affetto.

Santa Lucia

Il 13 dicembre: regali e dolci

Lucia è la patrona di diversi comuni e località in tutta Italia. Lo è in Romagna dei comuni di Savignano sul Rubicone e di Santa Sofia, in provincia di Forlì-Cesena, ma è patrona anche di Casola Valsenio (Ravenna) e di Medicina, in provincia di Bologna. Per festeggiare Santa Lucia, ogni anno si organizzano feste e mercatini. Un’occasione per tutti e soprattutto motivo di grande festa per i bambini in vista del Natale. Una tradizione che si associa, infatti, anche al 25 Dicembre, con tutti i suoi mercatini e i regali. Ma il punto forte dei banchetti allestiti per Santa Lucia sono i dolci, in particolar modo il torrone che in certe località romagnole, come Forlì e Savignano sul Rubicone, si regala alle ragazze e alle innamorate. >> tutte le notizie di Cultura di Urbanpost

 

 

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Verissimo Clizia Incorvaia Paolo Ciavarro

Verissimo, Clizia Incorvaia e Paolo Ciavarro raccontano la loro storia d’amore

Conte e Speranza

Covid, Natale: governo verso il sì agli spostamenti tra piccoli Comuni