in

Come e quando è morto san Giuseppe, il papà putativo di Gesù?

Martedì 8 dicembre 2020 è il giorno della Festa dell’Immacolata Concezione. Un dogma che celebra il “concepimento senza macchia” della Vergine Maria, che è stata preservata dal peccato originale. Poche notizie, invece, si hanno sulla vita di san Giuseppe, il papà putativo di Gesù. Quando è morto? In che maniera? A che età? A questi interrogativi nel corso degli anni hanno cercato di rispondere vari teologi e studiosi. In nostro soccorso il sito “Sapere.it”, che ha dedicato all’argomento un articolo, in cui vengono svelate alcune curiosità sul promesso sposo di Maria.

leggi anche l’articolo —> Immacolata Concezione, cos’è e perché si festeggia l’8 dicembre

San Giuseppe

Come e quando è morto san Giuseppe, il papà putativo di Gesù?

Sulla vita di San Giuseppe non si hanno più notizie a partire dall’episodio di Gesù nel Tempio di Gerusalemme, narrato nel Vangelo di Luca (2,41-50). Nei testi canonici l’ultima comparsa del falegname è al fianco di Maria nel loro ritorno a Nazaret dopo il pellegrinaggio a Gerusalemme con Gesù dodicenne. Il fatto che durante la vita pubblica di Gesù il nome di Giuseppe non venga menzionato, soprattutto quando si parla della madre di questi, ha fatto supporre che la scomparsa del Santo sia avvenuta prima di quella di Gesù. Una considerazione che trova ragion d’essere anche se si prende in considerazione l’episodio della morte di Cristo: perché Gesù avrebbe dovuto affidare Maria a Giovanni, se il padre fosse stato in vita? Insomma abbiamo motivo di pensare che Giuseppe avesse concluso il suo cammino terreno già da tempo. Probabilmente Giuseppe è morto una volta espletato il suo ruolo di padre putativo.

san Giuseppe

«Patrono della buona morte», per quale motivo?

Se non abbiamo notizie della sua morte, ancor meno sappiamo della sepoltura. Le notizie leggendarie si trovano nell’ apocrifo “Storia di Giuseppe il falegname” (VI sec.), che fa capire la venerazione che circondava la sua figura. Secondo i Vangeli apocrifi, San Giuseppe sarebbe morto all’età di 111 anni, colpito da malattia, tra le braccia di Gesù e di Maria, nel modo più sereno possibile circondato dall’amore delle persone che gli erano care. Per questa ragione questi è venerato come “Patrono della buona morte”. Leggi anche l’articolo —> Google Doodle oggi, dedica al “December global holidays 2020”: il motivo non così scontato 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Paola Turani pubblica un video dove si mostra senza filtri: «La perfezione non esiste»

Covid bollettino oggi 8 dicembre 2020

Covid, il bollettino di oggi: 14.842 nuovi casi e 634 morti, oltre 25mila guariti