in

Sara Pedri ginecologa scomparsa: chiesto il licenziamento del primario Tateo, lui si difende

Sara Pedri scomparsa news: la Commissione dell’Azienda Sanitaria di Trento chiede il licenziamento dell’ex primario Saverio Tateo. Lo riportano in questi minuti le agenzie di stampa. Il legale del primario del reparto di Ginecologia dell’ospedale Santa Chiara di Cles (Trento), replica: “In questa vicenda il perseguitato è lui”. La succitata decisione dovrà essere confermata dal Comitato dei Garanti.

Sara Pedri ginecologa scomparsa: chiesto il licenziamento del primario Tateo

Sara Pedri scomparsa: chiesto il licenziamento del primario Tateo

Pesano come macigni tutte le testimonianze raccolte dalla commissione interna, rilasciate dalle colleghe della 32enne dottoressa originaria di Forlì. Racconti che portano tutti nella medesima direzione, corroborando il finora solo ipotizzato clima di vessazione che vigeva in ospedale. Ed anche i messaggi che Sara inviava via WhatsApp all’amico lo confermano: “Mi dicono che sono una terroncella da raddrizzare”.

“La chiamavano così perché si era specializzata all’università della Calabria – ha spiegato la sorella Emanuela in un’intervista di qualche settimana fa rilasciata al settimanale GialloMa, a furia di puntarle il dito contro, Sara era arrivata a colpevolizzarsi e addirittura a mettere in dubbio la sua preparazione professionale che invece era stata ampiamente riconosciuta ed apprezzata proprio dai professori dell’ateneo calabrese”. (Continua a leggere dopo la foto)

Sara Pedri ginecologa scomparsa: chiesto il licenziamento del primario Tateo

Della giovane dottoressa originaria di Forlì non si hanno più notizie dallo scorso 4 marzo, quando dopo essersi licenziata è scomparsa nel nulla. Da mesi si lamentava per il trattamento subito in reparto, era dimagrita ed abbattuta. A tal punto da spingere i familiari ad ipotizzare che fosse vittima di mobbing in ospedale. Il timore della famiglia è quindi che Sara si sia suicidata dopo mesi di vessazioni. Nonostante le ricerche nell’area in cui la sua auto è stata ritrovata, in prossimità del Ponte di Mostizzolo, al confine tra i Comuni di Cles e di Cisl, il suo corpo non è stato ritrovato.

La difesa di Tateo

Il legale di Tateo, Vincenzo Ferrante, al quotidiano l’Adige ha dichiarato: “Alle contestazioni mosse al dottor Tateo abbiamo risposto punto per punto depositando un’ampia documentazione che dimostra la piena legittimità delle decisioni prese nella gestione dell’Unità operativa. Mi verrebbe da dire che in questa vicenda il perseguitato è Tateo”. L’accusato, quindi, respinge ogni accusa mossagli. Potrebbe interessarti anche —> Sara Pedri, le colleghe accusano la vice Mereu: «Ci diceva non capite niente, siete delle cretine»

Sara Pedri ginecologa scomparsa: chiesto il licenziamento del primario Tateo

Scomparsa Sara Pedri: la scheda di Chi l’ha visto?

Sesso:F
Età:31 (al momento della scomparsa)
Statura:162
Occhi:castani
Capelli:rossi
Scomparso da:Cles (Trento)
Data della scomparsa:04/03/2021
Data pubblicazione:10/06/2021

Sara Pedri, 31 anni, lavora come ginecologa presso l’Ospedale di Trento. Il 4 marzo è uscita dalla sua abitazione di Cles utilizzando la sua auto, una Volkswagen TRoc, e da quel momento non ha più dato sue notizie. L’auto è stata rinvenuta in prossimità del Ponte di Mostizzolo, al confine tra i Comuni di Cles e di Cis. Le ricerche sono state condotte con l’ausilio di cani molecolari e tracce della donna sono state fiutate lungo l’imbocco della pista ciclabile che da un ponte conduce verso la Val di Sole fino ad arrivare in corrispondenza di un precipizio alla cui base scorre il torrente Noce, che confluisce nel lago di Santa Giustina. Potrebbe interessarti anche —> Sara Pedri scomparsa emergono novità: esclusa dai turni di Natale, schiacciata dal senso di inadeguatezza

Autostrade, le ultime notizie sul traffico e la viabilità in tempo reale

Svizzera-Italia, dove vederla e probabili formazioni: tutto sul match di domenica 5 settembre