in

Sciopero dei benzinai il 22 settembre? Cosa c’è di vero

Sciopero benzinai, circola da alcuni giorni l’ipotesi di una serrata su strade e autostrade per il prossimo 22 settembre 2022. Perché uno sciopero dei distributori? Il punto è che i gestori lamentano, ormai da anni, margini sempre più ridotti. Non stiamo parlando delle grandi compagnie, ma di chi gestisce i distributori: si tratta nella maggior parte dei casi di singoli esercenti, ancora alle prese con le conseguente della pesante riduzione dei volumi del venduto durante la pandemia. E se il governo è intervenuto con il taglio delle accise. (Continua a leggere dopo la foto)

Scrive TAG24.it, il quotidiano online di Radio Cusano Campus: “In queste ore si parla molto di un possibile sciopero dei benzinai nel cuore di settembre. Un eventuale sciopero dei benzinai, in questo momento storico, metterebbe a repentaglio la capacità degli italiani di spostarsi da una parte all’altra con il proprio mezzo, ma le risorse legate al gas iniziano sia a scarseggiare sia a lievitare con il prezzo. Al momento, tuttavia, ipotesi scongiurata, sia per la rete stradale sia per quanto riguarda i tratti autostradali. Uno sciopero dei benzinai in questo momento storico è plausibile ma, alla luce degli ultimi sviluppi, pare che la categoria non abbia messo in atto alcun fermo per rispondere ai recenti rincari”.

Nonostante la situazione si sia nuovamente complicata, sembrerebbe dunque non esserci in programma uno sciopero da parte dei benzinai. Fino ad oggi, infatti, i gestori non hanno comunicato alcuna chiusura dei distributori di carburante su scala nazionale. Al momento, quindi, tutto proseguirà senza intoppi, a parte il rincaro dei prezzi dei carburanti.

Seguici sul nostro canale Telegram

Casino online e sicurezza: perché la licenza AAMS è essenziale

Migliori casino online: come riconoscerli