in

Silvia Provvedi sul suo compagno: «Ho momenti di sconforto, mi manca da morire»

Silvia Provvedi, del duo musicale Le Donatella, il 18 giugno 2020 è diventata mamma della piccola Nicole. Il suo momento felice però ha avuto un forte scossone a causa dell’arresto del suo compagno Giorgio De Stefano. L’uomo è finito in carcere per un’inchiesta legata alla ‘ndrangheta. La cantante, dopo mesi di silenzio su tutta questa delicata storia, ha deciso di tornare a parlare del suo compagno durante una lunga intervista al settimanale Chi, diretto da Alfonso Signorini. L’artista si è lasciata andare aprendo il suo cuore ai suoi fan. La storia tra Silvia Provvedi e Giorgio De Stefano sembra procedere nonostante le mille difficoltà e la donna trova la forza di andare avanti ogni giorno proprio grazie alla sua piccole Nicole.

Leggi anche –> Le Donatella Instagram, Silvia Provvedi con la piccola Nicole: «Primo bagnetto per Niki»

Silvia Provvedi torna a parlare di Giorgio De Stefano

Non è un periodo facile per la mora de Le Donatella, il compagno di Silvia Provvedi al momento si trova in carcere e lei è costretta a crescere da sola la sua piccola Nicole. Nonostante tutto, la storia con il papà di sua figlia sembra procedere tranquillamente e la bimba non risente la sua mancanza perchè circondata dall’amore di nonni e zii: «Respira in casa amore totale. Certo, ho lavorato molto su me stessa, riducendo al minimo i momenti di sconforto perché ci sono, innegabile. Non è facile, non mi nascondo, lo so e so nascondere bene. Però mia figlia, posso confermarlo, è felice…nonostante tutto». Poi ha aggiunto: «Ho la certezza che questo è soltanto un periodo e prima o poi ne usciremo anche più forti di prima. E poi essere diventata mamma è come se fosse un super potere che ti proietta verso la positività».

Silvia Provvedi Instagram

Sul suo compagno ha aggiunto

Silvia Provvedi ha ammesso di sentire la mancanza del suo compagno Giorgio De Stefano. Durante la lunga intervista al settimanale Chi, la cantante ha dichiarato: «Mi manca da morire. Nonostante la difficoltà e la divisione, la lontananza forzata, siamo così uniti che niente e nessuno ci dividerà. Questo lo voglio ribadire con forza. Ci sono pochi mezzi per comunicare, ma per noi diventano importantissimi e sappiamo sfruttarli. Non c’è una legge che possa disegnare le linee perfette delle nostre vite, dobbiamo provarci noi prendendo il meglio che la vita ci offre anche quando ci sono muri che sembrano altissimi». >> Altri Gossip

Covid, il bollettino di oggi: 12.756 nuovi casi e 499 morti, quasi un milione i guariti

Brescia, uccide la moglie nel sonno ma la corte lo assolve: Cristina Maioli ammazzata per gelosia