in

Morte del sindacalista, oggi verrà interrogato l’autista del camion che l’ha ucciso

Oggi ci sarà l’interrogatorio di garanzia per fare chiarezza sul caso del sindacalista morto durante uno sciopero, investito e ucciso da un camion. Parlerà Alessio Spaziano, l’autista del mezzo pesante che ha sfondato le barriere durante lo sciopero e ha travolto alcuni manifestanti. Nello scontro ha perso la vita Adil Belakhdim.

sindacalista morto

Sindacalista morto, investito e ucciso da un camion: parla l’autista del mezzo

Alessio Spaziano dovrà spiegare cos’è successo quella mattina davanti alla Lidl di Biandrate, e perché non si sia fermato per soccorrerlo. L’uomo ha spiegato che si è trattato di un incidente, e ha affermato che collaborerà con gli inquirenti. L’avvocato Gabriele De Juliis, che difende il camionista, ha confermato che ci sarà massima collaborazione con le autorità giudiziarie. “Il mio assistito, seppur indagato per una cosa delicata e grave, ha interesse a fornire la massima collaborazione con l’autorità giudiziaria, in un clima di serenità e tranquillità”.

Non ci sono testimonianze oggettive dell’incidente ma i manifestanti hanno assistito alla scena della morte di Adil. Tutti gli uomini presenti nel momento in cui il camion ha sfondato il blocco, hanno affermato che è impossibile che l’autista non si sia accorto di nulla. Il camionista ha investito Adil e altri due uomini e i manifestanti gli gridavano di fermarsi. “Tutti gli urlavano di fermarsi ma lui ha tirato dritto” hanno infatti raccontato i testimoni. Il legale di Spaziano ha ribadito che si è trattato di un incidente. “Si tratta di un episodio gravissimo ma è stato un incidente non voluto: il povero sindacalista si trovava in un punto che non era visibile”.

ARTICOLO | Camion forza il blocco stradale durante uno sciopero: sindacalista travolto e ucciso

ARTICOLO | Salò, Umberto e Greta uccisi da un motoscafo sul Lago di Garda: indagati due turisti tedeschi

Sindacalista morto investito

La moglie del sindacalista: “Per me l’ha fatto apposta”

Assia Lucia Marzocca, la moglie di Adil,  stava aspettando il marito in Marocco, insieme ai due figli di 4 e 6 anni. “Sarebbe dovuto partire domenica. Aveva già preso i biglietti e non vedeva l’ora di poterci riabbracciare”. La moglie di Adil crede alle testimonianze dei manifestanti sul camionista che ha investito Adil. “Sapeva che c’era tanta gente, sapeva le conseguenze, che sarebbe andato in carcere. Per me l’ha fatto apposta, per questo ha fatto quella telefonata in cui ha detto che era successo un casino”. Mercoledì arriverà il risultato dell’autopsia e la moglie attende il nulla osta per i funerali che si svolgeranno in Marocco.
Il legale di Spaziano ha parlato anche del clima di odio che ha invaso la famiglia dell’autista del camion, che deve fare i conti con il disprezzo delle persone sui social. “Sono giorni terribili per i suoi familiari, alla compagna sono arrivati messaggi molto pesanti che stanno creando grande disagio”. La famiglia casertana mantiene il riserbo assoluto ma collaborerà perché sia fatta giustizia.>>Tutte le notizie

Sara Pedri ginecologa scomparsa, sentiti ex colleghi: in reparto «Il sistema era punitivo»

Massimiliano mollicone

Massimiliano Mollicone e Vanessa a ‘Temptation Island’? Lui torna su Eugenia