in

Colorado, festa di compleanno finita nel sangue: sparatoria con almeno 7 vittime

Sparatoria Colorado: almeno sette vittime. Un uomo ha reso una festa di compleanno in un bagno di sangue. L’aggressore secondo le autorità locali, sarebbe il fidanzato di una delle vittime. Dopo aver compiuto la strage l’uomo si è suicidato. La polizia di Colorado Springs ha riportato che gli agenti, chiamati dai vicini che hanno sentito gli spari, una volta arrivati nella casa hanno trovato sei adulti morti e otto gravemente feriti. Uno dei feriti è poi morto in ospedale.

sparatoria Colorado

Sparatoria Colorado: almeno 7 vittime

Un uomo armato ha ucciso sei membri di una famiglia allargata domenica a una festa di compleanno in una casa a Colorado Springs. La polizia ha dichiarato che questa sembra essere la quarta sparatoria di massa più mortale nella storia dello stato. L’incidente è stata la peggiore sparatoria di massa del Colorado da quando un uomo armato ha ucciso 10 persone in un supermercato di Boulder il 22 marzo.

Gli omicidi sono avvenuti domenica, 9 maggio 2021, appena dopo la mezzanotte al Canterbury Mobile Home Park in Preakness Way al largo di Powers Boulevard, vicino all’aeroporto sul lato est della città. Il sospetto, il fidanzato di una delle vittime, si è recato alla roulotte dove si stava svolgendo una festa di compleanno con amici, famiglia e bambini. All’interno, ha iniziato a sparare ai partecipanti alla festa prima di togliersi la vita, ha detto la polizia, aggiungendo che i bambini presenti “ora sono con i parenti”. Gli agenti sono arrivati ​​alla roulotte, dove è avvenuta la strage. Hanno trovato sei adulti morti e un uomo con gravi ferite che in seguito è morto in un ospedale.

ARTICOLO | Covid, Zambon (ex Oms): “Il report sul Covid ritirato per pressioni cinesi. Si sapeva del virus da dicembre”

ARTICOLO | Sileri: “A giugno anche l’Italia sarà come la Gran Bretagna, bisogna avere ancora pazienza”

sparatoria Indianapolis

Sparatoria Colorado: le vittime dell’aggressione

La festa era un grande ritrovo per la famiglia, che stava celebrando tre compleanni. Nubia Marquez stava festeggiando i suoi 28 anni. Alla festa c’era anche suo fratello, Melvin Perez, che avrebbe compiuto 31 anni questa settimana. Infine la loro madre, Joana Cruz, avrebbe compiuto 54 anni questa settimana. “A mia madre è sempre piaciuto festeggiarli insieme”, ha detto Nubia, che aveva partecipato alla festa con suo marito, Freddy Marquez. Melvin Perez e Joana Cruz hanno perso la vita durante la sparatoria.

Nubia e il suo compagno invece hanno lasciato la festa alle 22:00, una scelta fortunata. Quando hanno lasciato la casa di Joana Cruz, “tutti erano calmi”, ha detto Freddy Marquez. “Tutti erano bravi.” Tra i defunti c’era anche l’altro fratello di Nubia Marquez, Jose Guttierez, 21 anni, la moglie di Melvin Perez, Mayra Perez, 32 anni e la sorella di Mayra Perez, Sandra Ibarra e il fratello Jose Ibarra. Freddy Marquez ha identificato il sospetto assalitore come il fidanzato di Sandra Ibarra e lo ha descritto come “tranquillo” e “serio”, e ha detto che portava sempre una pistola. Aveva incontrato il presunto uomo armato solo una volta e aveva detto che “non c’era niente di straordinario” in lui. La coppia conosceva l’uomo solo con il soprannome di “Junior”.>>Tutte le notizie

 

Covid Oms Zambon

Covid, Zambon (ex Oms): “Il report sul Covid ritirato per pressioni cinesi. Si sapeva del virus da dicembre”

Riaperture, coprifuoco, quarantena: cosa sta valutando il governo Draghi