in

Il regalo di Natale del governo agli italiani: benzina a gasolio più cari

Taglio accise benzina e gasolio dimezzato da dicembre. E’ questo il “regalo di Natale” che è un po’ a sorpresa è saltato fuori dopo il consiglio dei ministri di ieri 21 novembre 2022 che ha licenziato la Legge di bilancio 2023. Il taglio dello sconto sulle accise è contenuto nella bozza del Decreto legge “Misure urgenti in materia di accise e Iva sui carburanti e di sostegno agli enti territoriali e ai territori delle Marche colpiti da eccezionali eventi meteorologici”.

Taglio accise benzina e gasolio

Sconto accise benzina e gasolio “tagliati”: i prezzi lieviteranno di almeno 10 cent al litro

Come riporta Repubblica.it, il decreto urgente che ritoccherà le misure sullo sconto carburanti dovrebbe poi confluire nell’Aiuti quater, pubblicato in Gazzetta ufficiale nei giorni scorsi e alla conversione in Senato. Un altro colpo in un momento in cui l’economia del nostro paese di tutto avrebbe bisogno piuttosto di un ulteriore aggravio dei costi dei carburanti.

La bozza prevede una rideterminazione delle aliquote di accisa sui carburanti, spiega l’agenzia di stampa economica Radiocor, che sostituisce l’impostazione del decreto precedente. Per la benzina si passa da 478,40 euro per mille litri fino al 30 novembre a 578,40 euro per mille litri a decorrere dal primo dicembre e fino al 31 dicembre 2022. Si tratta dunque di una minore riduzione da 10 cent al litro. Bisogna considerare che l’accisa originaria era di 728,40 euro per mille litri, poi tagliata di 25 cent al litro appunto in modo da generare (Iva compresa) quello sconto da poco più di 30 cent alla pompa.

Per oli da gas o gasolio usato come carburante da 367,40 euro per mille litri fino al 30 novembre e 467,40 euro per mille litri a decorrere dal primo e fino al 31 dicembre. Anche in questo caso si tratta dunque di una risalita di 10 cent. Per gas di petrolio liquefatti (gpl) usati come carburanti, da 182,61 euro per mille litri a novembre a 216,67 euro per mille litri a dicembre. Per quanto riguarda infine l’aliquota di accisa sul gasolio commerciale usato come carburante, per autotrasportatori, su cui il dl Aiuti quater prevede l’agevolazione fino a fine anno, viene ora prevista solo per novembre e azzerata per dicembre.

Considerato l’andamento attuale dei prezzi dei carburanti alla pompa, a dicembre 2022 il taglio delle accise dimezzato porterà il prezzo della benzina a oltre 1,90 euro al litro, mentre per il gasolio potrebbe essere superata la soglia dei 2 euro.

Seguici sul nostro canale Telegram

Idee regalo beauty: i cofanetti di cosmetici e profumi sono una garanzia

Other Souls: il futuro della letteratura è digitale