in

Chi era l’attrice messicana Tania Mendoza e cosa si sa del suo omicidio

Martedì 14 dicembre l’attrice messicana Tania Mendoza è stata uccisa da quattro colpi di pistola, lasciando tutto il Paese nello sgomento. Famosa per aver recitato ne “La mera Reina del Sur”, un film ambientato nel mondo del narcotraffico, la donna stava aspettando vicino a un campo sportivo il figlio di 11 anni quando due uomini in moto le hanno sparato.

Tania Mendoza

Chi era Tania Mendoza, la vittima dell’omicidio avvenuto in Messico

Tania Mendoza era un’attrice, una cantante e una modella molto famosa in Messico. Aveva raggiunto l’apice recitando come protagonista, nel 2005, nel film “La mera Reina del Sur”, dal quale è stata tratta anche una serie tv ora in onda su Netflix. Negli ultimi anni si era dedicata alla sua carriera di cantante e aveva registrato cinque album di generi mariachi, norteño e grupero. Nella vita, comunque, Mendoza aveva già ricevuto numerose minacce di morte. Stando a quanto riportato da alcuni media locali, pare infatti che in passato avesse avuto dei legami con alcuni narcotrafficanti. Nel 2010, poi, era già stata vittima di un sequestro insieme al marito e al figlio. I tre erano stati portati fuori città e tenuti segregati per alcune ore, finché non sono riusciti a convincere i propri rapitori a rilasciarli, probabilmente grazie al pagamento di un riscatto.

In passato Tania Mendoza era entrata in contatto con Marcos Arturo Beltrán-Leyva, capo del cartello omonimo di cui facevano parte anche i fratelli Carlos, Alfredo e Héctor. Non è mai stato chiarito se questa amicizia possa aver influito nelle minacce ricevute dalla famosa attrice. Il legame tra i due, però, era forte. “Ti amiamo”, aveva infatti scritto Mendoza condividendo su Instagram un mirale dedicato a Beltrán-Leyva, noto anche come “El Botas Blancas”, morto nel 2009 durante uno scontro a fuoco. In altri post, poi, veniva chiamato “il fratellino”. Ora non si esclude che possa essere stato proprio questo legame a portarla alla morte.

ARTICOLO | Foggia, incendio in un campo nomadi: morti due bambini di 2 e 4 anni

ARTICOLO | Giappone, incendio in un palazzo di Osaka: si temono 27 morti

Omicidio di Tania Mendoza: cosa si sa

Tania Mendoza stava aspettando il figlio di 11 anni fuori dal centro sportivo con altri genitori quando due uomini armati sono arrivati in moto e le hanno sparato. L’attrice è stata raggiunta da quattro colpi di pistola direttamente al petto, colpi che non le hanno lasciato via di scampo. Subito dopo gli uomini sono scappati. Non è ancora chiaro chi ci sia dietro il suo omicidio, o quale possa essere il possibile movente. La polizia sta effettuando le operazioni di ricerca dei sospetti, ma ancora nessuno è stato aspettato. Intanto, l’ufficio del procuratore generale ha fatto sapere che il caso sarà indagato come femminicidio, anche se non sono stati forniti ulteriori dettagli. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Seguici sul nostro canale Telegram

foggia incendio rom

Foggia, incendio in un campo nomadi: morti due bambini di 2 e 4 anni

Roma, un’altra donna sfregiata dall’acido: è gravissima