in

Taser alle forze dell’ordine in 18 città italiane: quali sono e da quando

Dal 14 marzo le forze dell’ordine potranno disporre del taser in 18 città italiane. A fare l’annuncio circa un’ora fa il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. I Taser andranno in mano a polizia, carabinieri e fiamme gialle a partire da lunedì prossimo. Soddisfazione dai sindacati.

leggi anche l’articolo —> Aumento dei contagi in Italia, Sileri: «Circolano sottovarianti Omicron»

taser

Taser alle forze dell’ordine in 18 città italiane: quali sono

Da lunedì 14 marzo 2022, le forze dell’ordine di 18 città italiane (le 14 Città metropolitane più i capoluoghi di provincia di Caserta, Brindisi, Reggio Emilia e Padova) avranno in dotazione anche le armi a impulsi elettrici, o taser. Una novità che sarà estesa a tutto il territorio a partire da maggio. A comunicare la notizia il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, che ha specificato che si tratta di “un passo importante per ridurre i rischi per l’incolumità del personale impegnato nelle attività di prevenzione e controllo del territorio”. E ancora: “Grazie all’adozione del dispositivo, le Forze di polizia saranno in grado di gestire in modo più efficace e sicuro le situazioni critiche e di pericolo”.

taser città italiane

Soddisfazione dei sindacati

La titolare del Viminale ha sottolineato che “l’operatività del nuovo strumento segue uno specifico periodo di sperimentazione e un ciclo di formazione degli operatori in grado di garantire che la sua utilizzazione avvenga nel rispetto delle condizioni di sicurezza tenuto conto dei soggetti coinvolti e del contesto ambientale”. Le 4.482 armi ad impulso elettrico saranno impiegate, come dicevamo, nelle 14 città metropolitane e nei capoluoghi di provincia di Caserta, Brindisi, Reggio Emilia e Padova, secondo uno specifico cronoprogramma.

Entusiasmo dai sindacati, il segretario generale del sindacato Siap Giuseppe Tiani ed il segretario dell’Associazione nazionale funzionari polizia, Enzo Marco Letizia a «Il Resto del Carlino» hanno commentato la notizia così: “Si trasforma in realtà una nostra richiesta di alcuni anni fa. Infatti la nuova arma garantirà sia una maggiore sicurezza dei poliziotti nei vari contesti operativi, sia la vita dei soggetti attinti dai dardi, in quanto la scarica elettrica non letale si limita ad inibire i movimenti degli aggressori”. Leggi anche l’articolo —> Aumento del prezzo della benzina, quale “soluzione” sta valutando il governo

Seguici sul nostro canale Telegram

putin origini italiane

Putin e le presunte origini italiane: da dove discende la famiglia dello zar

I Migliori mercati dove vendere Made in Italy