in

Tennis, Matteo Berrettini scrive la storia a Wimbledon: domenica lo scontro finale con Djokovic

Il 2021 sembra essere l’anno fortunato per l’Italia. Dopo la vittoria in campo musicale dei Maneskin all’l’Eurovision Song Contest con la canzone “Zitti e buoni”, per il Bel Paese è iniziato un percorso di successi in vari campi. Lo sport sta regalando decisamente forti emozioni ai tifosi italiani: la Nazionale Azzurra ha conquistato la finale degli Euro2020 e il tennista Matteo Berrettini vola in finale slam a Wimbledon. Che dire? Un’estate che non verrà dimenticata tanto presto. Speriamo che la stessa fortuna prosegua anche con le Olimpiadi.

Matteo Berrettini finale slam

Tennis, Matteo Berrettini in finale Slam a Wimbledon

Ieri, 9 Luglio 2021, il giovane tennista Matteo Berrettini ha scritto la storia del tennis: raggiungendo la finale nel singolare maschile a Wimbledon. In passato, sui prati londinesi, il solo Nicola Pietrangeli aveva saputo issarsi alla semifinale, ma nel 1960 si dovette inchinare all’australiano Rod Laver al termine di una battaglia durata cinque set. Nella giornata di ieri, invece, il venticinquenne romano ha saputo spingersi oltre, raggiungendo l’atto conclusivo del torneo più prestigioso del mondo. Ora non resta che attendere lo scontro definitivo. Con chi si batterà per la vittoria Matteo? Domenica 11 Luglio alle ore 15.00 Berrettini si scontrerà contro il serbo Novak Djokovic. Che dire? Una domenica di fuoco per il Bel Paese visto che in serata l’Italia affronterà l’Inghilterra nella Finale degli Europei di calcio allo Stadio Wembley di Londra.

ARTICOLO | Chi è Matteo Berrettini, vita privata e carriera: tutto sul tennista italiano

ARTICOLO | Wimbledon, Berrettini vola in semifinale: come Pietrangeli 61 anni dopo

Tutti i finalisti italiani

Prima dell’impresa di Matteo Berrettini, altri italiani sono riusciti a conquistarsi un posto in finale nello Slam. Il primo di essi fu, nel 1932, Giorgio De Stefani, che purtroppo perse contro il francese Henri Cochet con il punteggio di 6-0, 6-4, 4-6, 6-3. Dopo 27 anni nel 1959, Nicola Pietrangeli arrivò all’atto conclusivo superando in semifinale l’australiano Neale Fraser, completando poi l’opera sconfiggendo 3-6, 6-3, 6-4, 6-1 il sudafricano Ian Vermaak. Nicola è stato il primo azzurro in grado di vincere uno Slam. Poi nel 1960, nel 1961 e nel 1964 Pietrangeli ripeté l’impresa per altre tre volte senza però vincere. Infine venne Adriano Panatta, che nel 1976 realizzò l’impresa più grande della sua carriera. Panatta trionfò su Harold Solomon in quattro set (6-1, 6-4, 4-6, 7-6), diventando il secondo tennista italiano a vincere uno Slam. Ora, più di 45 anni dopo quel giorno, Matteo Berrettini cercherà di diventare il terzo italiano a vincere uno Slam. >> Altre notizie nel mondo dello sport

tocilizumab

Non solo i vaccini, anche il Tocilizumab funziona contro il Covid: “Meno vittime”

riforma giustizia cartabia

Riforma della Giustizia, Cartabia: «Corregge gli effetti problematici della legge Bonafede»