in

Tiziana Ferrario, il figlio positivo: «Il Coronavirus è un nemico subdolo e non fa distinzioni»

Il coronavirus non fa distinzione: colpisce anziani, ma anche giovani. Tiziana Ferrario, giornalista ed ex conduttrice del Tg1, ha raccontato a Il Corriere della sera il dramma del figlio, atleta e ingegnere di 29 anni, ricoverato in ospedale perché positivo al Covid-19. Parole forti quelle della 62enne milanese, che fanno capire come nessuno sia al sicuro da contagio. L’età anagrafica non conta, neppure fa differenza lo stile di vita.

Tiziana Ferrario

Tiziana Ferrario, il figlio positivo: «Il Coronavirus è un nemico subdolo e non fa distinzioni»

«Vi voglio raccontare una storia che mi tormenta da giorni. È la storia di un ragazzo di 29 anni con un fisico perfetto, che ho visto lo scorso 23 febbraio correre i 1.500 metri ai Campionati italiani indoor di atletica ad Ancona. Seguito da un nutrizionista aveva cambiato la sua alimentazione e insieme al suo allenatore aveva cambiato la sua preparazione. Ce l’aveva messa tutta e aveva trascorso persino un mese sull’altopiano di Iten, in Kenya, dove si formano i campioni della corsa, per migliorare le sue prestazioni e poter arrivare più preparato alla sfida con i grandi dell’atletica nazionale. Due allenamenti al giorno a 2.400 metri di altezza insieme ad atleti da tutto il mondo: a letto alle 21, in piedi all’alba», così Tiziana Ferrario ha ripercorso i mesi antecedenti il contagio del figlio. Dopo la gara, il rientro a Milano. Poi gli spostamenti in metro per lavoro, infine i primi sintomi.

Tiziana Ferrario

«Da due giorni è ricoverato, ha iniziato la cura e le sue condizioni per fortuna non si sono aggravate»

«Dallo scorso martedì questo giovane ha iniziato ad aver febbre a 38, tosse e mal di gola. Da venerdì, dopo ogni colpo di tosse, anche un po’ di sangue. Ogni volta che ha contattato il medico gli è stato risposto di prendere la Tachipirina e lui lo ha fatto, ma la sua salute non è migliorata ed è andato al pronto soccorso. Una lastra ha individuato un inizio di polmonite, un tampone la positività al coronavirus. Da due giorni è ricoverato, ha iniziato la cura e le sue condizioni per fortuna non si sono aggravate. Non sente più sapori e odori, ma questa strana sensazione era cominciata già mentre stava a casa malato!», ha spiegato Tiziana Ferrario. La nota giornalista ha voluto raccontare la storia del figlio per far capire che “Il Covid-19 è un nemico subdolo e non fa distinzioni. Si insinua in tutti gli organismi, colpisce duro in quelli già segnati da altre malattie, ma non risparmia quelli robusti, come accaduto al giovane di cui vi sto raccontando. Mangiare bene e condurre una vita sana non gli ha impedito di essere attaccato”.

Tiziana Ferrario

Tiziana Ferrario, figlio positivo al Covid-19: «La sua esistenza è stata stravolta nel giro di pochi giorni…»

«Spero con forza che grazie a quel fisico possa riprendersi in fretta e tornare a fare la sua vita di sempre piena di interessi e passioni», ha proseguito Tiziana Ferrario, che ha concluso: «La sua esistenza è stata stravolta nel giro di pochi giorni. Niente più allenamenti, niente più amici, niente più lavoro, ma solo una stanza isolata con un vetro dove medici e infermieri eroici entrano superprotetti per curarlo (…) Il loro impegno è esemplare e non va dato per scontato!».

leggi anche l’articolo —> Coronavirus Piero Chiambretti positivo, Serena Grandi: «Mi metto in autoquarantena»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Marco Vannini, l’avvocato della famiglia spiega: in passato «Ho difeso Antonio Ciontoli ma non lo ricordavo»

nicole mazzocato

Nicole Mazzocato Instagram, provocante nel suo look da Joker: «Spaziale, come poche»