in

Ucraina Russia ultime notizie l’appello di Zelensky: “Cittadini stranieri venite a combattere con noi”

Ucraina Russia ultime notizie. Il presidente Zelensky questa mattina ha chiesto a tutti i cittadini stranieri del mondo di schierarsi dalla parte dell’Ucraina nei combattimenti contro la Russia. “Chiunque voglia unirsi alla difesa dell’Ucraina, dell’Europa e del mondo può venire e combattere fianco a fianco con gli ucraini contro i russi criminali di guerra“, si legge nel comunicato diffuso. Intanto, l’avanzata di Putin continua: nella notte è stato colpito un deposito di petrolio a Vasylkiv, a 40 chilometri da Kiev. In seguito al bombardamento, le autorità hanno avvertito che le fiamme stanno sprigionando fumi tossici.

Russia Ucraina

Ucraina Russia ultimi aggiornamenti: l’appello di Zelensky

Con l’intensificarsi della guerra tra Ucraina e Russia si è creata “una legione internazionale” di volontari all’estero “per la difesa territoriale” di Kiev. Come ha sottolineato il presidente Zelensky, “questo dimostra chiaramente il sostegno al nostro Paese. Ho avuto continui colloqui con i leader mondiali, come emerso parlando con il primo ministro Draghi abbiamo raggiunto un straordinario risultato con l’Italia”, grazie alla solidarietà ricevuta. “Stranieri disposti a difendere l’Ucraina e l’ordine mondiale come parte della Legione Internazionale di Difesa Territoriale dell’Ucraina, vi invito a contattare le missioni diplomatiche straniere dell’Ucraina nei vostri rispettivi Paesi. Insieme abbiamo sconfitto Hitler, e sconfiggeremo anche Putin“, ha chiesto inoltre via Twitter il ministro della Difesa ucraino Dmytro Kuleba.

“Gli attacchi della Russia alla popolazione civile e alle infrastrutture hanno le caratteristiche di un genocidio. E meritano un tribunale internazionale”, ha dichiarato Zelensky in un video pubblicato nelle scorse ore. I soldati di Putin, nella notte, hanno iniziato a colpire tutto quello che si presentava lungo la loro strada, comprese le ambulanze: a denunciarlo è stato lo stesso presidente ucraino. Per riuscire a respingere l’aggressione armata, in mattinata è stata chiusa anche l’area marittima nella parte del Mar Nero, così da riuscire a proteggere le navi civili e “creare condizioni che consentano alle forze navali ucraine di rispondere alla presenza illegale di navi della Marina Militare russa”, si legge sul profilo Twitter del ministero degli Esteri ucraino.

“L’Ucraina considera criminale utilizzare il proprio spazio marittimo per lanciare attacchi missilistici contro terra nell’ambito dell’operazione offensiva della Russia in Ucraina. Le Forze Navali ucraine contano sul supporto degli Stati partner. Il Mar Nero deve tornare ad essere uno spazio di pace, sicurezza e sviluppo”, si legge poi nel comunicato.

ARTICOLO | Palazzo colpito da un missile a Kiev, Mosca nega: immagini sconvolgenti

ARTICOLO | Per fermare Putin le sanzioni non bastano: parla lo storico Niall Ferguson

Russia Ucraina

Russia: “Negoziamo, la delegazione di Mosca è già in Bielorussia”

Contemporaneamente la Russia continua a chiedere di negoziare in terra bielorussa, tuttavia l’invito è stato respinto dal presidente ucraino Zelensky che vorrebbe aprire il confronto, ma non a Minsk. Zelensky avrebbe indicato come possibili luoghi per i negoziati Varsavia, Budapest o Istanbul. E ha sottolineato che i colloqui “si sarebbero potuti svolgere a Minsk se Mosca non ci avesse attaccato dalla Bielorussia”. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Seguici sul nostro canale Telegram

Bollettino Covid: in calo ricoverati e nuovi casi, ma i decessi da ieri sono 210

incidente

Tragico incidente a Reggio Calabria nella notte: nello scontro muore una persona