in

Sondaggi, Demos-Repubblica: fiducia in Draghi già in calo, risale Conte

Tra gli ultimi sondaggi politici spicca quello realizzato da Demos per conto del quotidiano La Repubblica. Il dato più significativo che emerge dalla rilevazione è quello sul gradimento dei leader politici. Nel campione intervistato da Demos inizia già a calare la fiducia nel nuovo premier Mario Draghi, mentre risale quella nell’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Novità significative anche nelle intenzioni di voto per i partiti. (segue dopo la foto)

sondaggi politici oggi gradimento leader e intenzioni di voto partiti

Sondaggio Demos: il gradimento per i leader politici

Secondo il sondaggio Demos il gradimento per Mario Draghi è in calo di due punti percentuali nell’ultimo mese e ora è a quota 69. L’apprezzamento per Giuseppe Conte è invece in crescita, sempre di due punti percentuali, è ora è a 67. Nella classica dei leader politici più apprezzati dagli italiani c’è anche il ministro della Salute Roberto Speranza, terzo.

Un po’ a sorpresa la quarta piazza per il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni, così come il quinto posto di Giorgia Meloni. Secondo questa rilevazione, al contrario di altre, la leader di Fratelli d’Italia sarebbe in calo di consensi e condivide la quinta posizione della classifica con l’ex segretario dem Nicola Zingaretti. Molto più indietro Matteo Salvini, distaccato di 17 punti dalla vetta e di poco avanti al ministro degli Esteri e maggiorente M5S Luigi Di Maio.

Ultimi sondaggi politici: le intenzioni di voto per i partiti al 14 marzo 2021

Per quanto riguarda le intenzioni di voto per i partiti, ecco quanto rilevato nell’ultimo atlante politico di Demos per La Repubblica.

  • Lega 22,3%
  • Movimento 5 Stelle 18,8%
  • Partito Democratico 17,2%
  • Fratelli d’Italia 17%
  • Forza Italia 8,2%
  • Liberi e Uguali/La Sinistra 4,5%
  • Azione 2,3%
  • Italia Viva 2,1%

C’è dunque la sorpresa del sorpasso del Movimento 5 Stelle ai danni del Partito Democratico, ma c’è da dire che la rilevazione non tiene ancora conto dell’effetto nuovo segretario Dem: quando è stato realizzato, Enrico Letta non aver ancora sciolto la riserva sulla sua candidatura. Significativi anche i dati di Azione e Italia Viva: sia il movimento di Carlo Calenda che il partito di Matteo Renzi sarebbero sotto la soglia di sbarramento, così come la crescita di Liberi e Uguali trainata da Roberto Speranza.

ARTICOLO | Assemblea Pd, Cuppi: “Zingaretti ha dato una scossa al partito”, Letta: “Sono emozionato”

Ultimi sondaggi politici e scenario

Lo scenario politico italiano è in forte movimento, soprattutto a sinistra. Tiene banco la tormentata transizione del Movimento 5 Stelle, tra scissioni e fughe in avanti del suo “padre fondatore” Beppe Grillo. Ma nel futuro M5S sembra ormai chiara e delineata la leadership di Giuseppe Conte, l’unico in grado di far crescere di nuovo i consensi e soprattutto di dare un’anima nuova a quel che fu un Movimento anti-sistema che ora, del sistema, è parte integrante.

Più a sinistra altri patimenti affliggono il Partito Democratico. Oggi 14 marzo 2021 è il grande giorno di Enrico Letta, che sarà eletto nuovo segretario dall’assemblea del Pd. Ma quel che attende i Dem è un percorso irto di ostacoli: dalle divisioni interne alla ridefinizione di una linea politica debole, vera causa della crisi attuale. Ridefinire un percorso autonomo dalla morsa delle alleanze di potere e offrire una nuova visione di futuro per il Paese. Sono gli scogli da superare per i Dem se vogliono riconquistare, non solo il proprio elettorato, ma un ruolo centrale nello scenario politico. >> I sondaggi elettorali

Chi è Stefano Tacconi, vita privata e carriera: tutto sull’ex calciatore italiano

Chi è Maurizio Aiello, vita privata e carriera: tutto sul famoso attore italiano