in

Covid, Arcuri “piano B” senza precedenti: «Vaccineremo 101 milioni di persone»

«Non ci perderemo nessun italiano per strada. C’è un piano B. L’Europa ha concordato con Moderna la possibilità di raddoppiare da 80 a 160 milioni le dosi da destinare al nostro continente», così il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri in un’intervista concessa al quotidiano ‘La Stampa’. Il nostro paese si prepara ad una campagna di vaccinazioni senza precedenti: sul campo saranno chiamati ben 3 mila medici e 12 mila infermieri.

leggi anche l’articolo —> Vaccino anti covid, la distribuzione in Italia potrebbe iniziare il 15 gennaio

vaccino covid arcuri

Vaccino Covid, Arcuri “piano B” senza precedenti: «Raggiungeremo 101 milioni di persone»

«Negli ultimi giorni sono circolate notizie e informazioni spesso non veritiere sui tempi per la somministrazione del vaccino. Posso dire subito che le dosi arriveranno nello stesso giorno in tutti i Paesi europei, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni degli enti regolatori. Non ci sarà un Paese che partirà prima degli altri. L’Ema deciderà il 29 dicembre su quello Pfizer e il 12 gennaio su quello di Moderna. In pochi giorni la nostra agenzia regolatoria, l’Aifa, potrà dare l’autorizzazione all’uso domestico», ha spiegato Domenico Arcuri. «Stiamo predisponendo, anche con l’aiuto di Poste Italiane ed Eni, un sistema informativo evoluto che consentirà di prenotare, gestire e indirizzare le varie fasce di popolazione e che garantirà la tracciabilità di tutte le fasi del processo. Gli anziani non autosufficienti verranno contattati e sarà il vaccino ad andare da loro, non viceversa. Gli altri saranno chiamati tramite telefono, familiari stretti, medici di famiglia», ha detto il commissario illustrando il piano B. E ancora: «Ma posso assicurare che non ci perderemo per strada nessun italiano», ha sottolineato Arcuri.

vaccino covid arcuri

«Speriamo che Natale sia l’ultimo sacrificio»

A proposito dei 20mila medici e infermieri vaccinatori il commissario per la Sicurezza ha dichiarato: «Stiamo per far partire una call per trovare 3mila medici e 12mila infermieri. Il bacino all’interno del quale individuarli è molto ampio. Ci sono 10mila studenti che si laureano in Medicina ogni anno. Poi ci sono gli specializzandi, i medici in pensione e, perché no, quelli che vogliono destinare parte del loro tempo a fare questa attività. Sarà una chiamata alle armi dalla quale sono certo anche questa volta la categoria non si tirerà indietro». Il virus fa fatica ad annientarsi, ma Arcuri è fiducioso: «La curva si sta congelando. Speriamo che Natale sia l’ultimo sacrificio». Leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 17mila nuovi casi e 887 morti

 

Terza ondata Covid, Gimbe: “Rischio sia innescata da tempesta perfetta”

Vincitore XFactor 2020

Vincitore XFactor 2020, trionfa Casadilego: la 17enne ha stregato il pubblico