in

Vaccino Covid cos’è, le risposte dell’Iss contro le fake news: il documento ufficiale dell’Aifa

Vaccino Covid, quanto è efficace? Che effetti collaterali? Che durata ha? Tutto quello che c’è da sapere sul farmaco. I primi ad essere immunizzati contro il virus saranno gli operatori sanitari e i residenti delle Rsa. In seguito il vaccino sarà offerto gratis a tutta la popolazione, a partire dalle categorie più fragili. In occasione della partenza della campagna vaccinale contro il Sars-CoV-2, l’Istituto Superiore di Sanità sul suo sito ha pubblicato principali Faq, sfatando alcuni falsi miti.

leggi anche l’articolo —> Vaccino Covid Pfizer, quando saremo chiamati a farlo: come sarà stilata la graduatoria

vaccino covid

Vaccino Covid cos’è, le risposte dell’Iss contro le fake news: il documento ufficiale dell’Aifa

A far chiarezza il documento ufficiale dell’Aifa: “Il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty) è un vaccino destinato a prevenire la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) nei soggetti di età pari o superiore a 16 anni. Contiene una molecola denominata RNA messaggero (mRNA) con le istruzioni per produrre una proteina presente su SARS- CoV-2, il virus responsabile di COVID-19”. Il vaccino non contiene il virus e non può provocare la malattia. “Il vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty) viene somministrato in due iniezioni, solitamente nel muscolo della parte superiore del braccio, a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra”, si legge sempre nel testo. Ma veniamo alle Faq pubblicate sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità.

vaccino covid

Il nostro è tra i primi Paesi al mondo ad opzionare le quantità di vaccini necessarie per la somministrazione a tutta la popolazione

Tra le tante ‘fake news’ di questi giorni ce n’è una che spaventa maggiormente gli Italiani: “I vaccini anti Sars-CoV-2 sono stati preparati troppo in fretta e non sono sicuri”. È falso, i vaccini, infatti, sono approvati dalle Autorità competenti solo dopo averne verificato i requisiti di qualità e sicurezza. Arriveranno mai in Italia? Certamente, il nostro è tra i primi Paesi al mondo ad opzionare le quantità di vaccini necessarie per la somministrazione a tutta la popolazione. L’Italia, come pure la Francia, la Germania e l’Olanda ha firmato tutti i contratti formalizzati dalla UE per l’acquisizione di vaccini. L’avvio delle vaccinazioni in Italia è subordinato all’approvazione delle Autorità competenti per il loro impiego. Al momento è stato autorizzato il vaccino a RNA prodotto da Pfizer BioNTech.

Tra le altre bufale: “È inutile vaccinarsi contro il Sars CoV-2 perché il virus è già mutato e il vaccino è inefficace”. È falso, non vi è alcuna evidenza al momento che la mutazione del virus rilevata nel Regno Unito possa avere effetti sull’efficacia della vaccinazione. I vaccini determinano la formazione di una risposta immunitaria contro molti frammenti della proteina cosiddetta Spike, quella, per intenderci, prodotta dal virus per attaccarsi alle cellule e infettarle. Quindi anche se ci fosse stata una mutazione in alcuni frammenti della proteina Spike è improbabile che possa essere sufficiente a rendere  il vaccino inefficacie. Un’altra notizia falsa riguarda il fatto che il vaccino sia destinato soltanto ai ricchi: chiunque può farlo, gratuitamente. La vaccinazione, seppur con tempi diversi, sarà offerta a tutti.

vaccino covid

Vaccino Covid, tutto quello che c’è da sapere

Da bollare come mendace anche la dicitura: “Il vaccino è inutile perché l’immunità dura solo poche settimane”. La protezione indotta dai vaccini, sulla base dei dati emersi durante le sperimentazioni,  durerà alcuni mesi. Solo quando il vaccino sarà somministrato a larghe fasce di popolazione sarà possibile verificare se l’immunità durerà un anno, come accade con l’influenza, più anni, come accade con la vaccinazione antipneumococcica  o se sarà necessario sottoporsi a richiami. Il vaccino non un “libera tutti”: per questo bisognerà continuare, dopo la vaccinazione, ad osservare le misure di protezione nei confronti degli altri, come la mascherina, il distanziamento sociale e il lavaggio accurato delle mani. Ciò sarà necessario finché i dati sull’immunizzazione non mostreranno con certezza che oltre a proteggere sé stessi il vaccino impedisce anche la trasmissione del virus ad altri. Leggi anche l’articolo —>  Anticorpi monoclonali cosa sono e a cosa servono: la differenza col vaccino Covid

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

crotone ragazzo supermercato

Crotone, ragazzo assunto da supermercato davanti al quale stazionava: «Sono troppo felice»

Tutti gli uomini di Emma Watson