in

Accelera la campagna vaccinale, 15milioni di dosi somministrate in Italia, Gelmini: “Immunità di gregge tra agosto e settembre”

La campagna vaccinale in Italia va di bene in meglio. Sebbene alcuni sieri abbiano creato molte problematiche tra cui ritardi e sfiducia nei cittadini, la campagna vaccinale procede a ritmo sostenuto. Vaccino in Italia numeri da record registrato questo weekend: siamo arrivati a 15 milioni di dosi somministrate nel Paese. Di queste oltre 358mila venerdì e 410mila vaccinazioni sabato. Il commissario all’emergenza Figliuolo aveva corretto la previsione di mezzo milione di dosi inoculate al giorno entro aprile promettendone invece 315mila tra il 16 e il 22 e ora l’obiettivo appare possibile.

Vaccino in Italia numeri

Vaccino in Italia numeri promettenti: possiamo ripartire

Il 18% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino, ossia oltre 10,6 milioni di cittadini. Oltre 4,4 milioni (il 7,45% della popolazione) ha ricevuto anche la seconda dose. Il 53% circa degli over 70 hanno una copertura totale o parziale. La ministra per gli Affari regionali, Maria Stella Gelmini, ha dichiarato che nonostante le difficoltà iniziali adesso la campagna vaccinale sta progredendo secondo le previsioni.  “Siamo passati da 150mila a 350 mila vaccinazioni, dobbiamo arrivare tra fine aprile e i primi di maggio a 450-500mila somministrazioni al giorno.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza ha sottolineato che adesso l’Italia può guardare con fiducia al prossimo futuro e, anche grazie alla campagna vaccinale, adesso possiamo permetterci qualche riapertura. “Io credo che in questa fase dobbiamo tenere insieme due parole: fiducia e prudenza, che devono guidarci nelle prossime settimane. C’è un’accelerazione in corso e in più nelle ultime settimane abbiamo adottato misure molto dure, il 70% degli italiani ha vissuto in zona rossa. Ora possiamo guardare con più fiducia, possiamo permetterci alcune aperture”.

ARTICOLO | Riaperture, coprifuoco sotto attacco: Salvini freme, ma il governo frena

ARTICOLO | Lombardia, al via da oggi il vaccino per gli over 65: come prenotarsi

Novavax news

Più vaccini in Italia, “immunità di gregge tra agosto e settembre”

Il commissario europeo responsabile della fornitura dei vaccini, Thierry Breton ha dichiarato che sono in arrivo più dosi di vaccino in Italia nei prossimi mesi. “Nel secondo trimestre ci sono 6,5 milioni e mezzo di dosi di vaccino in più per l’Italia tra aprile e giugno, in totale sono 54 milioni di dosi. C’è un’accelerazione, è più di 3 volte rispetto a quello che è stato ricevuto nel primo trimestre. Nei prossimi 3 mesi speriamo di avere anche Sanofi. AstraZeneca avrebbe dovuto consegnare 100 milioni di dosi nel primo trimestre e 180 nel secondo, se avessero rispettato gli impegni, le cose sarebbero andate bene”.

Per quanto riguarda il tema delle riaperture, anche la Gelmini come Speranza raccomanda prudenza. Le riaperture decise dal governo “ci consentono di guardare al futuro con ottimismo cauto, ma non è il momento del liberi tutti”, saranno “graduali e in sicurezza, non possiamo permetterci errori ora”. Intanto la campagna vaccinale sta subendo una accelerata. “Questo ci consentirà, nell’arco di un paio di mesi, di raggiungere l‘immunità di gregge tra agosto e settembre. Ma gli spazi di libertà conquistati non dobbiamo vanificarli”, raccomanda il ministro appellandosi al “senso di responsabilità dimostrato dagli italiani”.>>Tutte le notizie

riaperture coprifuoco

Riaperture, coprifuoco sotto attacco: Salvini freme, ma il governo frena

Sigfrido ranucci

Report anticipazioni 19 aprile 2021: dal pericolo varianti al caso Lombardia