in

Variante Covid Burioni a “Che tempo che fa”: «Va fermata, servono misure più severe»

Alla puntata di “Che tempo che fa” in onda ieri, 17 dicembre 2021, è intervenuto il professor Roberto Burioni, che ha detto la sua circa la variante inglese del Covid. «Se questo virus si trasmette più velocemente come sembra, dobbiamo essere pronti a misure più severe», ha detto il virologo ospite alla trasmissione condotta da Fabio Fazio su Rai 3.

leggi anche l’articolo —> 17 gennaio nuove zone, scattano le misure: sì a spostamenti seconde case fuori regione

variante covid Burioni

Variante Covid Burioni a “Che tempo che fa”: «Va fermata, servono misure più severe»

Roberto Burioni ha sottolineato l’insidia della variante e la necessità di nuove misure restrittive per fermare la trasmissione del Coronavirus. Già sul portale “Medical Facts” l’esperto aveva spiegato che i vaccini stanno funzionando, ma che il Covid non sta fermo. «Abbiamo qualche notizia in più riguardo alla variante inglese e non è buona», aveva esordito sul sito Burioni. «Prima di tutto i dati sembrano indicare che questa variante è molto più contagiosa. Quanto è difficile dirlo, visto che si stanno comunque prendendo precauzioni per ostacolare il contagio, ma questo è una caratteristica che possiamo considerare molto probabile», aveva scritto il virologo.

«Però nel report che è appena apparso c’è una cosa che mi dà molto, molto, molto fastidio. Questa variante più contagiosa pare circolare con particolare intensità nei bambini (0-9 anni) e nei ragazzi (10-19) anni rispetto alle altre fasce d’età. Un elemento che deve portarci a una sorveglianza particolarmente attenta», aveva sottolineato Burioni. L’esperto ha ribandito così la necessità di fare in fretta in Italia coi vaccini.

variante covid Burioni

Locatelli: «Non siamo assolutamente in una situazione in cui siamo fuori controllo nella mitigazione, contenimento, della diffusione virale»

In collegamento a “Che tempo che fa” è intervenuto anche il presidente del Consiglio superiore della sanità Franco Locatelli che a proposito della variante ha detto: «È chiaro che la circolazione virale è ancora molto sostenuta e va mantenuta la massima attenzione e allerta». Poi la precisazione: «Non siamo assolutamente in una situazione in cui siamo fuori controllo nella mitigazione, contenimento, della diffusione virale», ha dichiarato da Fazio Lcoatelli. Leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 12.415 nuovi casi e 377 morti, calano le intensive

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Nuovo portale Adnkronos: l’agenzia cambia volto

Coronavirus Italia

L’obiettivo di Conte è un ritorno al passato: vuole ricostruire la DC