in

Vicenza, 21enne uccisa a colpi di pistola: il presunto omicida si è tolto la vita

Ennesimo caso di femminicidio a Vicenza, il secondo in soli cinque giorni. Una donna di 21 anni, madre di una bambina di due, è stata uccisa con un colpo di pistola in pieno volto nella sua casa a Valdimolino, una frazione di Montecchio Maggiore (Veneto). La vittima si chiamava Alessandra Zorzin. A dare l’allarme il marito della donna. Accusato dell’omicidio Marco Turrin, 38 anni, guardia giurata, che si è poi sparato con la stessa arma impiegata per il delitto. Si tratterebbe di una presenza maschile ormai fissa nella vita della vittima.

leggi anche l’articolo —> Antonio Logli la madre in tv per sostenerlo: «Mio figlio è innocente, lo voglio dire a tutto il mondo»

Vicenza femminicidio

Vicenza femminicidio 21enne uccisa a colpi di pistola: killer si toglie la vita

Un caso complicato quello di Alessandra Zorzin. È stato il marito ad allertare le forze dell’ordine della morte della moglie. Nel frattempo Marco Turrin, il presunto omicida, ha fatto perdere le sue tracce, allontanandosi con la propria auto. Nel corso della giornata è stato più volte individuato in provincia di Vicenza, ma le pattuglie facevano fatica ad intercettarlo. Nel tardo pomeriggio Carabinieri e polizia hanno notato la vettura della guardia giurata nella zona di Vicenza Ovest. Alla vista delle forze dell’ordine Turrin, sentendosi forse ormai braccato, si è sparato all’interno della macchina. I tentativi di soccorrerlo si sono rivelati vani: l’uomo è morto sul posto.

Vicenza femminicidio

Le testimonianze dei vicini

La fuga repentina non è stato che uno dei tanti segnali. I sospetti dei Carabinieri si sono subito concentrati su di lui. Gli agenti avevano già ascoltato le testimonianze di vicini e residenti, che hanno asserito che l’uomo portava sempre con sé l’arma, anche se per lavoro, ed era spesso a casa della vittima. Una donna, titolare di una trattoria, ha raccontato: «L’ho visto andare via, camminava con andatura normale, non di fretta come se nulla fosse accaduto».

La tragedia si sarebbe consumata intorno alle 11 di ieri mattina, la povera 21enne è stata sorpresa sola in casa, dal momento che la figlia era al nido. Era un incontro abituale, come riferiscono i vicini. Ieri però gli stessi hanno detto di aver sentito qualcosa di insolito: urla di litigi, “poi un rumore sordo che definiscono inquietante”, come riporta il “TgCom24”. A rinvenire il cadavere in camera da letto il marito di Alessandra. Sui social le immagini della vittima con la sua bimba. Quello che resta di una vita spezzata. Leggi anche l’articolo —> Codroipo, 44enne perde il controllo dell’auto e finisce fuori strada

Vicenza

Seguici sul nostro canale Telegram

dl green pass

Super Green Pass via libera dal Senato, dl diventa legge: cosa prevede, no tamponi gratis

vergiate incidente

Vergiate, incidente sulla strada Sempione: morto un motociclista di 27 anni