in

Da lunedì tre Regioni saranno zona bianca: ecco tutte le regole

Da lunedì 31 maggio tre Regioni italiane possono ufficialmente dare una seria allentata alle misure ed entrare nella fascia di rischio più bassa. Si tratta di Molise, Sardegna e Friuli Venezia Giulia. Ma, precisamente, cosa si può fare e cosa rimane vietato nella zona bianca? Quali sono le regole? Dall’obbligo della mascherina al coprifuoco, vediamo di fare chiarezza.

Lombardia lockdown

Zona bianca, cosa si può fare e cosa no

La zona bianca, in questo momento, è la massima aspirazione di tutte le Regioni. E presto, sarà anche il destino di molti territori. Se da lunedì, infatti, solamente Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna riusciranno ad allentare le misure anti contagio, dal 7 giugno lo stesso dovrebbe toccare a Liguria, Veneto, Umbria e Abruzzo. Se i dati poi confermassero l’andamento dell’ultima settimana, il 14 giugno sarà il turno di Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia e P.A. di Trento. In questo modo, si anticiperanno anche molte delle aperture programmate fino al 1 luglio.

Vediamo però più nel dettaglio cosa si può fare e cosa rimane vietato in zona bianca. In primis, il coprifuoco. In questa fascia di rischio scompare completamente. Nel testo, infatti, si legge che vengono superate “le limitazioni orarie alla circolazione e alle attività”. Le regioni costrette ancora in zona gialla, invece, per vederlo posticipato alle 24 dovranno aspettare il 7 giugno e per la sua eliminazione il 21 giugno.

Per quanto riguarda i ristoranti e i bar, invece, si anticiperanno le aperture dei locali che dispongono solo di spazi al chiuso. Così come ripartiranno gli eventi sportivi all’aria aperta, i parti tematici, i congressi. Allo stesso modo, potranno riaprire anche le piscine e gli eventi sportivi al chiuso, i centri benessere, le sale giochi e i corsi di formazione.

ARTICOLO | Bonaccini: “Sì alla vaccinazione dei cittadini in vacanza”

ARTICOLO | Covid, le regioni in zona bianca da lunedì, in Italia il 37% della popolazione è vaccinata

zona bianca cosa si può fare

Mascherine, matrimoni e discoteche

Anche in zona bianca rimane l’obbligo di indossare la mascherina e di mantenere le distanze di sicurezza, così come di evitare ogni tipo di assembramento. E’ importante, poi, continuare a effettuare “un attento montaggio dell’evoluzione dei contagi nei singoli territori”. Tutti i locali, inoltre, non dovranno smettere di rispettare i protocolli previsti per le attività, come il numero delle persone che possono sedersi allo stesso tavolo, o di quelle che possono assistere agli eventi sportivi. Novità anche sul fronte matrimoni. Potranno riprendere infatti le celebrazioni. Tuttavia, agli invitati viene richiesto di presentare il green pass. Quindi, è necessario essere vaccinati, oppure aver fatto un tampone nelle 48 ore precedenti o ancora dimostrare di essere guariti dal covid nei sei mesi precedenti.

Ultimo, ma non per importanza, le discoteche. Se inizialmente si era pensato di farle rimanere ancora chiuse, ora si è deciso di potergli permettere di riaprire le porte, ma solamente per effettuare il servizio di bar e ristorante. Questo significa, quindi, che i clienti ancora non potranno ballare. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Anna Tatangelo Anna Zero

Anna Tatangelo, esce il nuovo album “Anna Zero”: “Ho avuto il coraggio di osare”

“Love is in the air”, trama e cast completo: tutte le curiosità sulla nuova serie di Canale 5