in

In Val d’Aosta numeri da zona bianca: «Sarebbe la prima Regione d’Italia»

Nel ballo di colori dettati dai contagi da coronavirus le regioni in zona bianca sono piuttosto latitanti: eppure oggi, giovedì 18 febbraio 2021, ai numeri teorici per il salto in zona ‘franca’ qualcuno risponde. Si tratta della Val d’Aosta, prima regione italiana ad aspirare alla promozione. Mentre quasi metà del Paese rischia di ripiombare in fascia arancione, per il territorio al confine tra Francia e Svizzera si prospetta tutt’altra situazione.

Leggi anche >> La Lombardia rischia la zona arancione dalla prossima settimana: Rt superiore a 1

Zona bianca regioni

Regioni in zona bianca, la Val d’Aosta ha i numeri teorici: la decisione spetta al ministro Speranza

La Val d’Aosta, è Tgcom24 a riferire la lieta novella, ha i numeri teorici per passare in zona bianca. Significa dunque che contagi, pressione sanitaria e terapie intensive si muovono nella giusta direzione. Sarebbe la prima Regione d’Italia. “La decisione definitiva – precisa la fonte – sarà presa dal ministro della Salute Roberto Speranza. La piccola Regione alpina per la terza settimana consecutiva conta meno di 50 nuovi contagi ogni 100mila abitanti”. I numeri della Val d’Aosta contano ‘solo’ otto ricoverati in ospedale, di cui due in terapia intensiva. Il passaggio in zona bianca porterebbe – per la regione di confine – la caduta di divieti e chiusure. Palestre, cinema, teatri e tutte le attività bandite potrebbero dunque riaprire. Anche lo sci amatoriale – bloccato da Dcpm fino al 5 marzo – potrebbe ripartire.

Zona bianca regioni

Friuli verso l’arancione?

Scenario diverso sul confine opposto: nel Friuli Venezia Giulia, le indiscrezioni circolate su un possibile passaggio della regione in arancione hanno fatto scattare il vicepresidente Riccardo Riccardi. “A meno che non si cambi qualche parametro di definizione nella classificazione, – ha dichiarato – non vedo perché noi dovremmo con questi numeri andare in una zona diversa da quella gialla”. “I dati arrivati ieri sera (mercoledì 17 febbraio, ndr) sono tutti in riduzione: – ha spiegato – Rt ha una punta più bassa di 0,74 avendo una media di 0,8 contro lo 0,94 della scorsa settimana”. >> Covid, Burioni: «La nuova moda è terrorizzare con la variante. Basta: i vaccini funzionano»

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Francesca Romano

Ciampolillo senato

Ciampolillo al Senato “ci ricasca”, ma la Casellati sbotta: «Sempre all’ultimo momento…»

Vito Crimi

M5s, espulsi i 15 senatori che hanno votato ‘no’ a Draghi