in

Adriano Celentano contro conduttori e tv, specie “quel grassottello coi baffi”

Adriano Celentano ha scelto i suoi canali social per attaccare la tv che proprio non gli garba, non gli piace. Si è firmato L’Inesistente, il tuttora Re degli ignoranti. Definizioni sempre sue. Dichiarazioni che già hanno fatto parecchio discutere. Un dibattito sulla cattiva comunicazione che non aiuta affatto lo spettatore, già disorientato per quest’immane tragedia del Covid. La bordata è arrivata dalla sua pagina Instagram: un messaggio messo nero su bianco inequivocabile.

leggi anche l’articolo —> Teo Teocoli: “Quando Berlusconi mi cacciò da Arcore”

adriano Celentano

Adriano Celentano contro conduttori e tv, specie “quel grassottello coi baffi”

«Dal comando supremo di Provocata-Pandemia è stato emesso un nuovo Bollettino di guerra, il quale ci informa che il vero pericolo dei contagi, oggi come oggi, sembra non dipendere tanto dal Virus, quanto da certi Insidiosi esseri chiamati Interruttori. Essi si presentano come ospiti sotto forma di esseri umani pronti a distribuire la loro rabbia (molto spesso con la bava alla bocca) nei vari talk show», si legge nel post del Molleggiato, che ha usato toni molto feroci. «Bestie docili al vedersi, ma i loro artigli sono a dir poco micidiali», l’affondo del cantante. Celentano ha attaccato chi secondo lui è il responsabile primo di quanto sta accadendo: «Il capostipite di questi distributori di Odio, non voglio fare il nome altrimenti non viene radiato, è un tipo grassottello coi baffi non sempre tagliati bene». Inizialmente si era ipotizzato volesse colpire Maurizio Costanzo, con cui in passato c’era stato qualche dissapore. Ma poi lo stesso Celentano è intervenuto a smentire con un post: «Caro Costanzo, detto anche Maurizio il grande! Quando parlavo del grassottello coi baffi non sempre tagliati bene, non mi riferivo a te. Tu anche quando attacchi non sei mai arrogante».

adriano Celentano

«Andrebbero licenziati tutti in tronco»

Un eloquio agghiacciante quello di Celentano, che ha cercato di far capire come si riesce a far montare la rabbia in chi guarda la tv oggi. «In modo che l’onda nera dell’odio sgorghi come un fiume in piena nelle case degli italiani. Ma i veri responsabili di questo grave innesto che sta mettendo a dura prova la pazienza degli italiani, sono i Conduttori. Andrebbero licenziati – tutti in tronco – sia maschi che femmine. Non ci vuole tanto per capire che sono proprio loro i maggiori responsabili di tutto questo odio che invade le strade». Leggi anche l’articolo —> Chi è Pino D’Angiò: carriera, vita privata e malattia del cantautore

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da L’INESISTENTE (@celentanoinesistente)

 

Seguici sul nostro canale Telegram

moto furgone monterotondo

Incidente a Monterotondo su Via Salaria, moto finisce sotto un furgone: un morto

Sardegna incidente lavoro

Tragedia a Villanova Tulo, ennesimo incidente sul lavoro: la vittima un 22enne