in

Caso Agata Scuto, una macchia di sangue può riaprire il caso: disposti accertamenti irripetibili

Agata Scuto scomparsa ad Acireale (Catania): nessuna traccia della ragazza né in cantina né nel giardino di casa. Trovate tracce di sangue su un pezzo di metallo che era nella disponibilità dell’ex compagno della madre, da mesi indagato a piede l’ibero per omicidio. Disposti accertamenti irripetibili.

Dopo otto anni di silenzio, si cerca di far luce sulla misteriosa sparizione di Agata Scuto. Della 22enne non si hanno notizie dal 4 giugno 2012. Le indagini sul caso sono partite dopo la segnalazione anonima a Chi l’ha visto? che puntava il dito contro i familiari della ragazza. Segnalazione secondo cui la giovane sarebbe stata uccisa ed il corpo occultato all’interno della casa in cui abitava con la madre, l’allora compagno, ed i fratelli.

agata-scuto-macchia-di-sangue-tubo-metallo-rosario-palermo

Agata Scuto: familiari convocati dai carabinieri

Madre, fratelli, padre e sorella di Agata Scuto sono stati convocati per la fine di febbraio dai carabinieri del Ris di Messina per degli “accertamenti tecnici irripetibili”. Lo ha riferito l’inviato del programma di Rai 3 che si sta occupando del caso, durante la puntata andata in onda mercoledì 10 febbraio 2021. “Abbiamo pensato che potesse trattarsi dei reperti che erano stati trovati in giardino, ma non è così – ha precisato l’inviato di Chi l’ha visto? – perché i reperti ossei che erano stati trovati durante gli scavi possiamo dire con certezza essere appartenuti ad animali. Non ci sono tracce di Agata, è ufficiale”.

Oggetto di metallo sporco di sangue: disposti accertamenti irripetibili

Tuttavia è stato fatto un ritrovamento molto importante: un pezzo di metallo che era nella disponibilità di Rosario Palermo, ex compagno e convivente della madre di Agata, oggi indagato per il presunto omicidio della 22enne. Ebbene, a fine mese questo oggetto sequestrato sarà sottoposto ad un accertamento irripetibile. Sarebbe infatti sporco di sangue.

agata-scuto-macchia-di-sangue-tubo-metallo-rosario-palermo

La traccia organica in questione sarà messa a confronto con i profili genetici dei familiari di Agata. Per capire anzitutto se quel sangue appartenga ad Agata e/o a Rosario. L’ultima volta che Agata è stata vista in vita era in casa. All’epoca dei fatti in quella abitazione risiedeva anche Rosario, il quale ha sempre detto che quel giorno andò a raccogliere l’origano in campagna e rincasò tardi. Disse inoltre che quel giorno si ferì ad una gamba proprio con un pezzo di metallo.

Lo stesso Rosario mesi fa confermò l’accaduto al giornalista della Rai, mostrando la evidente cicatrice su una gamba (vedi foto) lasciatagli dalla profonda ferita. “Ho preso una storta, mi sono ferito con un ferro incastrato in un pezzo di cemento in campagna”; ma si auto medicò con l’acqua ossigenata, senza andare al pronto soccorso “perché ho paura dell’ospedale”.  Potrebbe interessarti anche —> Agata Scuto scomparsa: trovati resti ossei durante scavi nel giardino di casa

agata-scuto-macchia-di-sangue-tubo-metallo-rosario-palermo

Agata Scuto scomparsa: la scheda di Chi l’ha visto?

Sesso:F
Età:22 (al momento della scomparsa)
Statura:162
Occhi:castani
Capelli:castani
Abbigliamento:una maglietta ed un paio di jeans.
Segni particolari:braccio destro e gamba destra offesi
Scomparso da:Acireale (Catania)
Data della scomparsa:04/06/2012
Data pubblicazione:18/09/2020

agata-scuto-macchia-di-sangue-tubo-metallo-rosario-palermo

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Michela Becciu

Chi è Anne Hathaway: vita privata e carriera dell’attrice americana

Henkel Lomazzo chiusura

Henkel annuncia chiusura stabilimento di Lomazzo entro giugno: a rischio 150 posti di lavoro