in

Anna Pettinelli furiosa su Instagram, in aereo nessun distanziamento: «Scellerati imbecilli»

È furiosa Anna Pettinelli e chi può darle torto. La conduttrice radiofonica, opinionista e conduttrice ha pubblicato qualche ora fa un selfie in aereo con il quale ha voluto denunciare la mancanza di distanziamento sociale in volo. «Con quello che sta succedendo non sono tranquilla», ha tuonato la 63enne livornese, che è preoccupata per l’impennata dei contagi ed è arrabbiata con quanti si sono dati alla pazza gioia dopo il lockdown: «Ma non dovevamo fare tutti vacanze in Italia per aiutare il turismo di casa nostra?», ha chiesto in maniera retorica la Pettinelli, che su Instagram ha ricevuto il sostegno di parecchi utenti allarmati per l’ultimo bollettino Covid.

leggi anche l’articolo —> Daniela Santanchè sfida il governo: «La mia discoteca resterà aperta»

Anna Pettinelli

Anna Pettinelli Instagram, furiosa in aereo nessun distanziamento: «Scellerati imbecilli»

«Aereo. Nessun distanziamento. Con quello che sta succedendo non sono tranquilla. Sto immobile al centro della poltrona cercando di avere meno contatto possibile. Solo un mese fa avrei viaggiato con più leggerezza. Ma è proprio la leggerezza, o se volete l’incoscienza, ad averci riportato in una situazione impensabile», ha dichiarato Anna Pettinelli su Instagram. Poi la stoccata neppure troppo velata al governo e l’invettiva contro gli Italiani che si sono fatti beffa delle regole: «Come sempre chiudiamo le stalle dopo che i buoi sono usciti, eppure siamo stati più lungimiranti degli altri al tempo del lockdown. Tutti a darci gran pacche sulle spalle “Come siamo stati bravi noi italiani, diligenti, ordinati.” E poi? Che facciamo? Dai permettiamo la movida, tanto siamo bravi. No non siamo bravi. Comincio a pensare che il senso di responsabilità di quei mesi sia stato un colpo di fortuna, una carezza dall’Alto», ha sottolineato l’opinionista tv. 

Anna Pettinelli

«Ma non dovevamo fare tutti vacanze in Italia per aiutare il turismo di casa nostra?»

«Ma non dovevamo fare tutti vacanze in Italia per aiutare il turismo di casa nostra? Penso a coloro che pur vedendo i terribili numeri dei contagi all’estero se ne sono fregati e sono partiti ugualmente. Tutti in Spagna che fa figo! Cretini. E ora altri soldi, per fare i tamponi a chi torna a casa da paesi che avremmo dovuto vedere solo in cartolina. Penso a quelli che se ne sono fregati di mascherine e distanziamento e ora sono una minaccia per le loro famiglie , per tutti. Penso a quei genitori che hanno pagato le vacanze dei figli all’estero. Ma che vi dice il cervello?», ha insistito Anna Pettinelli. E ancora: «Scellerati imbecilli, incapaci di dire di no e di far valere la ragione sul capriccio. Mi rimbomba nella testa la frase “Non ce n’è Coviddi” che ho sentito urlare l’altro giorno da un gruppo di ragazzi. Forse era solo ripetere una battuta idiota, forse era un irresponsabile grido di battaglia. Andrà tutto bene. E chi può dirlo ormai», ha concluso la 63enne che nello scatto indossa la mascherina. Alle sue spalle tanti passeggeri: sul volo alcun distanziamento.

View this post on Instagram

Aereo. Nessun distanziamento. Con quello che sta succedendo non sono tranquilla. Sto immobile al centro della poltrona cercando di avere meno contatto possibile. Solo un mese fa avrei viaggiato con più leggerezza. Ma è proprio la leggerezza, o se volete l’incoscienza , ad averci riportato in una situazione impensabile. Come sempre chiudiamo le stalle dopo che i buoi sono usciti, eppure siamo stati più lungimiranti degli altri al tempo del lockdown. Tutti a darci gran pacche sulle spalle “ Come siamo stati bravi noi italiani, diligenti, ordinati.” E poi? Che facciamo? Dai permettiamo la movida, tanto siamo bravi. No non siamo bravi. Comincio a pensare che il senso di responsabilità di quei mesi sia stato un colpo di fortuna , una carezza dall’ Alto. Ma non dovevamo fare tutti vacanze in Italia per aiutare il turismo di casa nostra? Penso a coloro che pur vedendo i terribili numeri dei contagi all’estero se ne sono fregati e sono partiti ugualmente. Tutti in Spagna che fa figo! Cretini. E ora altri soldi ,per fare i tamponi a chi torna a casa da paesi che avremmo dovuto vedere solo in cartolina. Penso a quelli che se ne sono fregati di mascherine e distanziamento e ora sono una minaccia per le loro famiglie , per tutti. Penso a quei genitori che hanno pagato le vacanze dei figli all’estero. Ma che vi dice il cervello? Scellerati imbecilli, incapaci di dire di no e di far valere la ragione sul capriccio. Mi rimbomba nella testa la frase “ Non ce n’è Coviddi” che ho sentito urlare l’altro giorno da un gruppo di ragazzi. Forse era solo ripetere una battuta idiota, forse era un irresponsabile grido di battaglia. Andrà tutto bene. E chi può dirlo ormai. #vacanzeitaliane #braviragazzi #madeinitaly #staysafe

A post shared by Anna Pettinelli (@anna_pettinelli) on

Leggi anche l’articolo —> Anna Pettinelli su Serena Enardu: «Ha buttato in pasto la sua storia in modo letale, non si fa»

(Anna Pettinelli Instagram Profilo Ufficiale) 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Grande Fratello Vip

Grande Fratello Vip, svelati i nomi dei nuovi concorrenti

Chiara Ferragni

Chiara Ferragni Instagram incantevole in Sardegna, che splendore: «Sei un sogno…»