in

Azzolina banchi singoli a rotelle, test imbarazzante a “In Onda”: «Chiedo scusa a Urbano Cairo…»

Noi ridiamo e scherziamo, ma Lucia Azzolina con i banchi singoli a rotelle fa sul serio. Non sappiamo ancora se e quando alunni e insegnanti torneranno a scuola, ma una certezza c’è: la didattica si farà pattinando. L’ultima trovata della ministra dell’Istruzione costa circa 300 euro (già proprio così) e bisogna pensare che su tutto il territorio di sedie così ne serviranno, per l’esattezza, 2.540.236. Tirate le somme voi! A fare il collaudo del banco con le rotelle la stessa grillina a In Onda, nel corso della puntata su La7 di ieri giovedì 23 luglio. Un test che ha creato qualche imbarazzo ai due conduttori David Parenzo e Luca Telese: sembrava un parodia – la somiglianza complessiva della 37enne con Sabina Guzzanti rendeva quest’ipotesi ancora più credibile – invece tutto vero. Era proprio l’Azzolina, che stuzzicata dai padroni di casa se ne è uscita, ad un certo punto, con un «Voi siete malpensanti».

leggi anche l’articolo —> Salvini contro Azzolina: «Copi dai più bravi, io a scuola lo facevo per matematica e fisica»

azzolina banchi rotelle

Azzolina banchi singoli a rotelle, test imbarazzante a “In Onda”: in mano a chi siamo?

Altro che ennesima boutade, Lucia Azzolina è convinta che il banco singolo con le rotelle sia la sola scelta possibile per rientrare in classe dopo il lungo stop a causa del Covid. Tutto per garantire il ‘distanziamento sociale’, ma il rischio serio è che l’aula diventi una pista di macchine da scontro. «Le scuole sono aperte perché stanno lavorando per garantire il distanziamento. Abbiamo chiesto alle singole scuole di quali banchi avessero bisogno. Su questi banchi c’è una polemica stucchevole, nessuno ha chiesto a cosa serviranno quei banchi», ha detto la 37enne. La pentastellata a ‘In Onda’ è stata invitata dai conduttori a provare il banco con le rotelle in diretta. «Si è mai seduta su questi banchi?», ha domandato Parenzo. «Vuole che mi sieda?», ha replicato lei, che in tv pare essere parecchio a suo agio. «Un momento storico», ha aggiunto Telese con ironia. «Chiedo scusa a Urbano Cairo», ha aggiunto Parenzo, che avrebbe dovuto lanciare la pubblicità, ma che di fronte al test della ministra ha preferito rimandare di qualche secondo.

Azzolina banchi rotelle

Parenzo: «Chiedo scusa ad Urbano Cairo…»

Così Lucia Azzolina si è alzata dalla sua postazione ed è andata a provare, tra parecchi imbarazzi, il banco con le rotelle. Una manciata di secondi per dimostrare l’inadeguatezza di quella seduta per le lezioni. La ministra dell’Istruzione però ha continuato a restare al suo posto come se nulla fosse, anzi ha aggiunto: «Non è difficile sedersi su questo banco e lavorare…». «Se uno ha il Rocci, il vocabolario di greco, ha presente, qui non ci entra», ha ribattuto Telese sotto lo sguardo sbigottito di Parenzo. «Ci entra, ci entra. Voi siete malpensanti», ha risposto la grillina. «Va beh, forse per lei che era tanto secchiona. Non avrà avuto bisogno di consultare…». Nessuna risposta, Parenzo ha deciso di lanciare la pubblicità. Per fortuna dei telespettatori, ma anche dell’Azzolina stessa. E non con piglio polemico, ma con tutta la pacatezza del mondo, non si può non pensare che abbia ragione un giornalista di ‘Libero Quotidiano’ quando scrive: «Ma in mano a chi siamo?».

leggi anche l’articolo —> Azzolina, scuola settembre: «Così come la gente va in spiaggia, si ritornerà tra i banchi»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Milano

Maltempo Milano 24 luglio 2020, esondato fiume Seveso: video e foto impressionanti

Salvini stato emergenza

Salvini, stato emergenza: «Se prorogano non li facciamo uscire dall’aula», la minaccia a Conte