in

Beppe Fiorello torna in Tv con “Penso che un sogno così”: «Con mio fratello ci sarà un momento molto intimo»

Questa sera, 11 gennaio 2021, a partire dalle 21.25 andrà in onda “Penso che un sogno così”, lo show di Rai 1 condotto da Giuseppe (Beppe) Fiorello. Il padrone di casa metterà in scena un racconto basato su temi universali come la famiglia, il lavoro, il progresso e l’immigrazione dei nostri nonni. Dunque Beppe parlerà della sua storia, ma anche della crescita musicale di Domenico Modugno che, con le sue canzoni, ha accompagnato la vita della famiglia Fiorello. Uno spettacolo emozionante da non perdere. Durante lo show anche tantissimi ospiti: suo fratello Rosario Fiorello, Eleonora Abbagnato, Pierfrancesco Favino, Paola Turci, Serena Rossi e Francesca Chillemi. Fiorello in una lunga intervista a Il Fatto Quotidiano ha regalato qualche piccola anticipazione sul suo nuovo programma.

Leggi anche –> “Guerra fredda” tra Beppe Fiorello e Luca Argentero: frecciatine e scintille sui social

Beppe Fiorello

“Penso che un sogno così”, Beppe Fiorello e il momento speciale con suo fratello Rosario

Dopo il grande successo del film “Volare – La grande storia di Domenico Modugno” trasmesso nel 2013 su Rai Uno, Beppe Fiorello ha deciso di tornare in Tv con “Penso che un sogno così”. L’attore, per il suo show sulla storia della sua famiglia, ha pensato bene di prendere in prestito alcune delle più belle canzoni del grande artista, regalando così uno spettacolo unico al pubblico di Rai 1. Questa sera Beppe Fiorello salirà sul palco insieme a suo fratello Rosario, creando così un momento davvero molto emozionante. A Il Fatto Quotidiano ha dichiarato: «Con mio fratello ci sarà un momento molto intimo, vedrete un qualcosa di bello e inedito. […] Questo è il racconto di una famiglia molto semplice normale, unita. Insomma è la storia di una famiglia italiana che si racconta».

Beppe Fiorello

Un racconto emozionante e profondo

Sempre a Il Fatto Quotidiano, Belle Fiorello ha descritto così suo padre: «Mio padre era un sognatore straordinario, poteva essere chiunque e ci ha insegnato che avremmo potuto fare qualsiasi cosa nella vita, se lo avessimo voluto. Un invito a realizzare i nostri sogni. Io per carattere sono più realista e diffidente, per lui invece non c’erano limiti». Poi ha spiegato anche il legame tra la sua famiglia e Modugno: «Con un gioco di specchi c’è un rimando continuo tra Domenico Modugno e mio padre. Mi divertiva il gioco di farli diventare ‘fratelli’. Ci sono delle cose accadute a delle cose di mio padre da ragazzo che somigliavano esattamente a quelle di Modugno. Ad esempio entrambi da ragazzi hanno cantato a serenate e a serate». >> Altri Gossip

Seguici sul nostro canale Telegram

papa francesco sul vaccino covid

Vaccino Covid, quella di Papa Francesco è una professione di fede verso la scienza

Covid bollettino oggi 11 gennaio 2021

Covid, il bollettino di oggi: 12.532 nuovi casi e 448 morti, salgono ancora le intensive