in

Colori regioni: verso la riconferma delle zone gialle, zone arancioni e rosse ancora in bilico

Cambio colore regioni domani, 30 aprile 2021, la cabina di regia si riunirà per analizzare i dati dell’Iss. Quasi tutta l’Italia è in zona gialla. Al momento le regioni in arancione sono Basilicata, Sicilia, Calabria, Valle d’Aosta e Puglia. L’unica regione costretta alla zona rossa è la Sardegna. Cosa cambierà con il monitoraggio di domani?

Cambio colore regioni

Cambio colore regioni zona gialla

Secondo i dati dei bollettini Covid di questa settimana nessuna delle regioni in giallo sta subendo un aumento dei contagi. Molto probabilmente quindi saranno riconfermate le zone gialle. Si tratta di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, PA Bolzano, PA Trento, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto.

Ricordiamo che per passare in zona gialla in una regione sono obbligatorie due settimane “in un livello di rischio o scenario inferiore a quello che ha determinato le misure restrittive”. Il valore di Rt deve essere inferiore a uno e il rischio complessivo basso o moderato.

ARTICOLO | Variante indiana a Roma, controlli su un volo sospetto: il 9% era positivo al Covid

ARTICOLO | Fratelli d’Italia è il nuovo nemico del centrodestra?

Cambio colore regioni oggi

Cambio colore regioni Sardegna Puglia Valle D’Aosta

La Sardegna è l’unica regione italiana attualmente in zona rossa da 3 settimane. Tuttavia i numeri fanno ben sperare. L ‘Rt è sceso sotto l’1 ma la Regione era considerata a rischio alto, almeno fino alla scorsa settimana. Se cala ancora l’incidenza dei casi la Sardegna tornerà in arancione. Buone notizie anche per la Puglia che domani potrebbe tornare in arancione. Sebbene ancora abbastanza alti, i ricoveri e i casi ogni 100 mila abitanti sono entrambi nettamente in calo. Bisognerà attendere a quanto ammonta l’indice Rt.

Dovrebbero restare in arancione Calabria, Sicilia e Basilicata. Male invece la Valle d’Aosta. La regione potrebbe passare in zona rossa, visti i suoi numeri preoccupanti soprattutto in termini di incidenza, 247 casi per centomila. Ricordiamo che 250 mila casi sono la soglia che fa scattare automaticamente la zona rossa.>>Tutte le notizie

Il flop delle Primule di Arcuri: Figliuolo le cancella e rimborsa l’unico donatore

miryea stabile

Miryea Stabile crollo emotivo all’«Isola dei famosi»: «Mia madre mi ha pugnalata alle spalle»