in

Il mondo della danza piange Carla Fracci: addio all’Étoile della Scala

È morta Carla Fracci. La più grande ballerina di tutti i tempi ci ha lasciati. Una vita la sua dedicata interamente alla danza. Le sue condizioni si sono aggravate nelle ultime ore. L’étoile della Scala aveva 84 anni: il suo talento l’ha portata sui palchi di tutto il mondo. Con la sua eleganza la Fracci ha saputo interpretare personaggi femminili memorabili come Giselle, La Sylphide, Giulietta, Swanilda, Francesca da Rimini e Medea. Ha danzato coi più grandi: dai ballerini russi Rudolf Nureyev e Vladimir Vassiliev,  passando per Paolo Bortoluzzi, fino a Roberto Bolle.

leggi anche l’articolo —> Carla Fracci: L’étoile che voleva fare la parrucchiera

Carla Fracci

Carla Fracci morta dopo una lunga malattia: addio all’Étoile della Scala

Carla Fracci è morta a Milano a 84 anni per un tumore che l’aveva colpita già da tempo e con cui aveva lottato strenuamente, ma nel massimo riserbo. “Eterna fanciulla danzante”, la definì il poeta Eugenio Montale. “You are wonderul” le confessò tutto emozionato Charlie Chaplin dopo averla vista. Eterea e leggiadra come una farfalla, danzando ha incantato generazioni. Carla Fracci era nata a Milano nel 1936, ma ha trascorso la sua infanzia in provincia. «Sono nata poco prima della guerra, poi fummo sfollati a Gazzolo degli Ippoliti, in provincia di Mantova, quindi a Cremona. Papà lo credevamo disperso in Russia. Io giocavo con le oche, ci si scaldava nella stalla. Non sapevo cosa fosse un giocattolo, al massimo la nonna mi cuciva bamboline di pezza», non tacendo le difficoltà economiche della sua famiglia. Da ragazzina sognava di fare la parrucchiera «anche quando, dopo la guerra, ci trasferimmo in una casa popolare a Milano, quattro persone in due stanze», ma ad attenderla c’era la danza. In grado di volare sul palco, leggera, era orgogliosa delle sue origini: «Sono cresciuta tra i contadini, nelle campagne vicino Cremona, libera, tra molti affetti e necessità concrete. E proprio lì, ben piantate nella terra, ci sono le mie radici».

Carla Fracci

Ha conquistato i teatri più importanti del mondo

Ha conquistato i teatri più importanti del mondo ed è stata eletta nel 1981 “prima ballerina assoluta” dal «New York Times». Il debutto nel 1955 sul palco della Scala di Milano. Dopo essersi affermata come ballerina solista, dalla fine degli Anni Cinquanta la Fracci ha danzato con molte compagnie internazionali come il London Festival Ballet, il Sadler’s Wells Ballet (Royal Ballet), lo Stuttgart Ballet e il Royal Swedish Ballet. Tanti i riconoscimenti: dal 1994 è stata membro dell’Accademia di Belle Arti di Brera e nel 2004 era stata nominata Ambasciatrice di buona volontà della FAO. Dal 2009 al 2014 è stata Assessore alla Cultura della Provincia di Firenze. A settembre del 2020 ha ricevuto il premio alla carriera da parte del Senato della Repubblica Italiana. Leggi anche l’articolo —> Carla Fracci perché si veste di bianco: l’aneddoto svelato dal marito

Carla Fracci

Addio a Carla Fracci: «In tanti mi hanno chiesto come ci si sente a essere un mito. Ma i miei che erano dei lavoratori, padre tranviere, madre operaia mi hanno insegnato che il successo si deve guadagnare. E io ho lavorato, lavorato, lavorato…»

«In tanti mi hanno chiesto come ci si sente a essere un mito. Ma i miei che erano dei lavoratori, padre tranviere, madre operaia mi hanno insegnato che il successo si deve guadagnare. E io ho lavorato, lavorato, lavorato…», aveva detto in un’intervista. E lei ha continuato a farlo anche dopo il matrimonio con Beppe Menegatti, aiuto regista di Visconti, nel ’64, e dopo che è diventata mamma nel ’68. Ospiti nel salotto di “Oggi è un altro giorno” lo scorso dicembre i due avevano confessato qualche retroscena sulla loro storia d’amore:«Se è stato un colpo di fulmine? Diciamo sull’elemento straordinario Carla Fracci certamente. Tra noi ha funzionato perché ci siamo sempre messi in discussione. La nascita di nostro figlio Francesco ha suggellato la nostra unione», aveva ammesso lui. «Non è facile essere sposati, ma noi abbiamo anche lavorato tanto insieme. Lui è un vulcano di idee, abbiamo fatto molto nel mondo della danza», aveva dichiarato, invece, lei. Leggi anche l’articolo —> Milano, Carla Fracci in gravi condizioni: grande apprensione per l’étoile

 

Mario Draghi

Se Mario Draghi fosse eletto capo dello Stato, chi diventerebbe Premier? Lo scenario

Valentina Vignali Instagram

Valentina Vignali Instagram, la foto a bordo piscina incanta i fan: per lei solo complimenti