in

Carlo Conti “malattia” piuttosto comune, l’ha curato la moglie: «Ho spiazzato tutti»

Il 16 giugno del 2012 Carlo Conti ha sposato la costumista Francesca Vaccaro, che l’8 febbraio del 2014, l’ha reso padre del loro unico figlio: Matteo. I due si sono conosciuti nel lontano 2001 e undici anni dopo sono convolati a nozze. Un traguardo insperato, se vogliamo, per lei, dal momento che il noto conduttore soffriva di una “malattia” piuttosto comune: la “dongiovannite”. A raccontarlo lo stesso presentatore, qualche tempo fa, in un’interessante intervista a ‘La Nazione’. 

leggi anche l’articolo —> Loretta Goggi malattia: «La tiroide aveva smesso di funzionare, stavo morendo»

Carlo Conti

Carlo Conti “malattia” piuttosto comune, l’ha curato la moglie Francesca: «Ho spiazzato tutti»

Carlo Conti è legato da anni a Francesca Vaccaro, la costumista con cui vive a Firenze, che nel 2014 ha dato alla luce il piccolo Matteo, unico figlio della coppia. Il conduttore di trasmissioni di successo come ‘I Migliori Anni’, in un’intervista a ‘La Nazione’, ha raccontato che la moglie gli ha cambiato la vita facendogli passare la “singletudine”. «Tutti pensavano fossi una specie di Alberto Sordi perché soffrivo di ‘dongiovannite’. Ma alla fine ho spiazzato tutti», ha raccontato Carlo Conti, che si è sposato quando aveva 55 anni. Diciamo sostanzialmente in linea con i recenti dati Istat che evidenziano come si arrivi al matrimonio non proprio giovani. «Mi sono sposato tardissimo. Stavo bene così, ero preso dal lavoro e dal divertimento. Poi mi sono stufato di pensare all’ ’io’ e avevo voglia di pensare al ‘noi’. È arrivato, così, in modo naturale il matrimonio e la famiglia», ha affermato il presentatore tv toscano, che ha ammesso di aver avuto varie avventure sentimentali prima di mettere la testa a posto. Prima di Francesca Vaccaro non aveva avuto storie lunghe e relazioni stabili: insomma uno “scapolo” vero e proprio. 

Carlo Conti

Matrimonio in tarda età, Carlo Conti: «È più difficile avere una stabilità economica, i giovani tendono a restare in famiglia»

A proposito del matrimonio in tarda età e della malattia della ‘dongiovannite’ Carlo Conti ha detto nella stessa vecchia intervista: «È più difficile avere una stabilità economica, i giovani tendono a restare in famiglia, anche per comodità». E ancora: «C’è più libertà sessuale mentre un tempo bisognava sposarsi prima di avere un approccio con l’altro sesso o almeno così imponeva la società». Leggi anche l’articolo —> Carlo Conti età, altezza, peso, moglie, figli: tutto sul presentatore de La Corrida

Giulia Grilli

Giulia Grillo lascia il Movimento 5 Stelle: «Sono molto stanca»

Crisanti

Coronavirus Italia, Crisanti: «Sottoporre al tampone tutti gli stranieri»